EFFETTO NOTTE – la notte bianca / 2 giugno 2017

Venerdì 2 giugno 2017 – dalle ore 19.00

EFFETTO NOTTE
e il via a SALUZZO ESTATE

EFFETTO NOTTE è la prima grande notte bianca della “Granda”. L’evento che apre alle notti vissute per la strada, con la gente, divertendosi, facendo acquisti o ascoltando buona musica. Una notte speciale perché Saluzzo pensa davvero a tutto, e tutti: grandi e piccini, punti spettacolo e gioco.

Saluzzo torna ad animarsi con artisti di strada, musica dal vivo e dj set. Dalle 19 alle 24 di venerdì 2 giugno aperture straordinarie e gratuite dei musei, punti gastronomici in piazza con ristoranti, pizzerie, bar e locali notturni aderenti e ancora prove bizzarre, performance in bici e giocoleria su monoruota.
Il weekend sarà animato da start/ storia e arte saluzzo, l’evento che ha fatto di Saluzzo un museo a cielo aperto per l’intero mese di maggio. Start/saluzzo arte, start/ gioco-arte, start/play in e start/ zooart arca saranno gli appuntamenti che fino al 4 giugno porteranno la ricerca in città.
Ancora una volta Musei aperti con orari pensati appositamente perchè Saluzzo sia bella da vivere e da visitare, anche nell’insolito orario notturno. Un motivo in più per non perdersi una Città che offre un variegato programma composto di cultura e sano divertimento.

L’attenzione al territorio: navette speciali sulle strade, perchè chi vuole muoversi, ragazzi senza l’auto o persone adulte che preferiscono lasciare la macchina a casa, possano farlo senza problemi. Anche questo un servizio offerto gratuitamente perchè davvero tutti possano conoscere Effetto Notte.

– Viaggia sicuro … Navetta gratuita! Con partenze alle 19.30 da Paesana a Sampeyre. Ritorno da Saluzzo alle 01.00 stazione ATI.
– Servizio Navetta Minibus scoperto dal Duomo alla Castiglia ogni 30 minuti.
Partenza da Piazza Garibaldi (negozio Balsamo), arrivo in Piazza Castello ingresso Castiglia.

I punti spettacolo previsti saranno:

1. Via Ludovico II – OVERBOARD dimostrazione e prova gratuita a cura di Chiale Expert
2. Turn Over – Cena in piazza con carne alla griglia/Intrattenimento musicale con VAGAMENTE RETRO’ elettro swing Caro Emerald – SIAMFRESKONI Blues Brother
3. Gusto Divino -Cena
4. Caffè Principe – Apericena/Dj set con MARCO MARINI
5. Piazza Cavour – Spettacolo di Bike Trial e Spettacolo di Monocicli con la compagnia Fuma c’anduma
6. Caffè del Centro – Cena
7. Bar Beppe – Cena
8. Tiffany Caffè – Birra alla spina/Hamburgher/Hot Dog/Panini/Crepes
9. Mixology – Apericena/Jungle Crumble
10. Piazza Vineis – ALL IN ONE spettacolo di arti circensi a cura di LUCA CHIARVA e Chiosco promo C’è Fermento 2017/FAB
11. Baladin Cafè Saluzzo – Cena
12. Bar Corona Grossa – Apericena
13. Caffè Pellico – Apericena/Cena/STICKY FINGERS
14. Caffè Dublino – Apericena/Cena
15. Pizzeria Ca/Noa – Cena
16. Bar Vittoria – Apericena/Cena
17. Piazza Risorgimento Rialzo – “LUDOBUS ALTALENA” spazio gioco per bambini e famiglie
18. Il Bicchio – Apericena/Karoke e musica
19. Il Baricentro – Dj Set con ARIELE DJ/GREEN JADE cover band blues, rock e anni ’90
20. Il Boccone del Re – Aperitivo/Cena
21. Via Gualtieri – Trucca i tuoi bimbi con VIRGINIA
22. Mitta Pub – Cena/ Intrattenimento Musicale con MITTA AL CUBO
23. La Luna e i Falò/Manhattan/Montmartre Pub/On the Corner – Apericena/Cena – Live Music con ARABEL/ARITMIA LIVE in collaborazione con Aritmia Festival/Dj Set con DJ M & DJ DANILO ALLASIA/Giocoleria, artisti di strada/Mostra Pittorica di artisti saluzzesi/Live Painting a cura di MATTEO NOTARO/presentazione libro a cura di DANELE NICASTRO.
24. Met – Apericena/Cena/ORO NERO Cover Band di Luciano Ligabue
CONTRABBANDA – Marching Band itinerante

Info:
Segreteria Fondazione Amleto Bertoni – Città di Saluzzo – Tel. 0175 43527 – 346 9499587
www.fondazionebertoni.it;info@fondazionebertoni.it

start/mna – la gallery

MEAT PARADE

10/11 giugno 2017
Fondazione Amnleto Bertoni, Piazza Montebello 1, Saluzzo
Inaugurazione sabato ore 10 / chiusura domenica, ore 23.30

MEAT PARADE
IL FASSONE SI METTE IN MOSTRA

2 giornate per gustare il Fassone Piemontese
e incontrare allevatori e margari

Il Comune di Saluzzo e l’Associazione Regionale Allevatori del Piemonte
in collaborazione con A.N.A.Bo.Ra.PI. (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Razza Piemontese), A.RE.MA.Associazione Regionale Margari, la Fondazione Amleto Bertoni di Saluzzo

“Meat Parade” ritorna, rinnova la formula e si propone ad un pubblico sempre più vasto.

La “parata della carne” è una due giorni con la quale Saluzzo vuole proporre l’incontro tra gli allevatori della Razza Bovina Piemontese (sono oltre 4 mila gli allevamenti in selezione presenti sul territorio regionale) e i consumatori
L’appuntamento ritorna nel weekend del 10 e 11 giugno 2017, e mette in calendario incontri, convegni, stand gastronomici, mostre di animali. Tutta la filiera raccontata in un evento che va in scena nei cortili della Fondazione Amleto Bertoni che saranno ora ristorante a cielo aperto, ora spazio di degustazione o luogo dove vedere dal vivo animali di piccola e grossa taglia, parlare con chi li alleva e chi li porta in alpeggio. Saranno esposti capi delle varie categorie di animali: vitello, manza, vacca, vitellone, toro, manzo e bue. Una vetrina per dare visibilità agli esemplari della razza e diffondere un minimo di cultura zootecnica.

Il “piatto forte” è ovviamente la buona carne di grande qualità prodotta in Piemonte, carne che sarà protagonista sui tavoli: le pregiate carni proposte in abbinamento ai prodotti caseari e della terra.

Protagonisti i principali attori commerciali che operano sul territorio della della Provincia Granda nell’ambito della filiera certificata della carne Piemontese. Sono il consorzio Coalvi, che opera per la valorizzazione della carne di razza Piemontese e garantisce la tracciabilità della carne dall’allevamento al punto vendita; la Fassoneria, il nuovo brand della ristorazione urbana specializzata nella preparazione di piatti a base di carne Piemontese in partnership con la cooperativa Compral di Cuneo che fornisce la materia prima; La Granda, associazione che da anni produce, lavora e distribuisce la carne di qualità di questa razza.
“Coalvi”, “La Granda”, “La fassoneria” proporranno un menu vario e gustoso: dalla tagliata agli antipasti a base di carne di bovino e primi piatti con il ripieno di carne, dalla trippa all’hamburger. Il cortile sarà poi il luogo dove imparare come si può e si deve cucinare la carne, in presentazioni e showcooking, conoscere le tecnologie per il lavoro nelle stalle e passeggiare tra banchi che propongono i prodotti d’alpeggio.

Protagonista della sezione dedicata agli animali vivi e ai prodotti caseari Roberta Colombero, 27 anni, allevatrice-margara transumante che d’estate è sui pascoli di Marmora e d’inverno a Savigliano. Porterà una decina di capi nei cortili della «Musso»: «Vogliamo avvicinare la gente e far conoscere i nostri esemplari, in un’epoca in cui molti bambini non hanno mai visto una vacca da vicino. Così, potranno capire anche da dove provengono carni e formaggi».

GLI OBIETTIVI DI MEAT PARADE 2017
Obiettivo principale è informare i consumatori in merito alle caratteristiche della carne di razza Piemontese, oggi meglio nota come carne di Fassone. Vale a dire la qualità, con riferimento alla tenerezza e al basso contenuto di grasso e di colesterolo, senza dimenticare gli aspetti collegati al gusto ed ai sapori.
Inoltre, MEAT PARADE vuole anche sensibilizzare i visitatori in merito a quelle che sono le modalità di allevamento della Piemontese, in stalle a misura di animale che rispettano appieno il benessere dei bovini. Molte mandrie d’estate praticano l’alpeggio o l’allevamento semibrado, una ulteriore qualità che rafforza il ruolo multifunzionale della nostra razza.

start/saluzzo arte & start/premio matteo olivero

l’arte è per tutti

27 maggio/ 4 giugno

22° Mostra di Arte Contemporanea Saluzzo
39° Premio Matteo Olivero

Premio Matteo Olivero – Paesaggi in movimento
Inaugurazione 27 maggio ore 10.00 – Antico Palazzo Comunale
giovedì venerdì sabato domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Antico Palazzo Comunale – Salita al Castello

Mostra di Arte Contemporanea
Inaugurazione 27 maggio ore 11.30 – Fondazione Amleto Bertoni
giovedì venerdì 16.30/19.30 sabato domenica 10.30/19.30
Fondazione Amleto Bertoni – Piazza Montebello, 1

Il lungo mese che la Città di Saluzzo dedica all’arte propone ora un tuffo nelle contemporaneità. Start/premio matteo olivero e start/saluzzo arte offrono infatti uno spaccato di diverse forme d’espressione e un percorso che unisce giovani talenti del panorama nazionale ad artisti amatoriali, collettivi e gallerie a mostre collaterali di successo.

Start/premio matteo olivero – Paesaggi in movimento
Al via quindi il Premio Matteo Olivero, evento che vanta una lunga tradizione, ben 39 edizioni, attraverso le quali si è creata una storica vetrina.
Il nuovo format si è proposto di guardare al sostegno all’arte giovane e ad una selezione di qualità. Il concorso, rinnovato nella forma e nei contenuti, si è rivolto agli artisti del panorama nazionale, chiamati a rispondere al tema Paesaggi in movimento, proposto di Anna Daneri, curatrice dell’edizione 2017, in collaborazione con Ettore Favini.
Paesaggi in movimento intende campionare alcune ricerche di artisti contemporanei sul paesaggio -sia esso naturale, urbano o sociale – che diano conto delle trasformazioni in atto, sia nel paesaggio stesso, sia in chi lo abita e lo guarda, e indagare come questo intrico di sguardi contribuisca a modificare a sua volta il paesaggio.
Presenti in mostra sono le opere degli artisti selezionati tra oltre 350 progetti, per la capacità di restituire una visione del paesaggio aperta, non didascalica e allo stesso tempo intensa. Si tratta di opere pittoriche, fotografiche, scultoree, sonore e video che accolgono il visitatore già a partire dall’esterno dello spazio espositivo, in dialogo con lo spazio urbano (Roberto Atzori, Mona Mohagheghi); introducono la mostra con un mantra antirazzista (Pamela Diamante), entrano in relazione diretta con le opere di Matteo Olivero in Pinacoteca (Pamela Breda, Alessandro Gioiello, Anto. Milotta & Donchev Zlatolin, Cosimo Veneziano) e si dispiegano nel Salone centrale in una polifonia di voci che evoca storie personali, fenomeni atmosferici, ricerche scientifiche, mappature di territori naturali e sociali, confronti di culture (Saverio Bonato, Lorenzo Casali + Micol Roubini, Andrea Cerruto, Riccardo Giacconi, Angelo Iodice, Elena Mazzi & Sara Tirelli, Mona Mohagheghi e Lorenzo Ramos).
Per l’edizione 2017 il Premio Matteo Olivero gode della partnership con Careof, organizzazione non profit per la ricerca artistica contemporanea, attiva a Milano dal 1987 nella promozione della giovane arte italiana.

Start/saluzzo arte
La nuova edizione, oltre ad ospitare come sempre artisti affermati, darà spazio ad opere che rappresentano nuove ricerche di artisti emergenti. Con il coordinamento artistico di Paolo Infossi e Roberto Giordana, start/saluzzo arte prevede una serie sezioni e saloni tematici, creando un percorso articolato e d’interesse.
Ad introdurre l’esposizione, verranno riproposti gli allestimenti artistici della prima sale che tanto hanno affascinato ed incuriosito il pubblico durante i primi eventi di start.
Si è parte da un percorso di storytelling del territorio e del paesaggio, una narrazione attraverso immagini e allestimenti il cui tema è il paesaggio e la città di Saluzzo, curati da Art.ur. Quindi ci si inoltra nel percorso attraverso le ceramiche San Giorgio di Albisola ne LA FABBRICA DEI SOGNI con una selezione di grandi piatti realizzati da artisti del calibro di Fontana, Lam, Jorn, Fabbri, Casorati e numerosi altri protagonisti dell’arte contemporanea, per poi scoprire la mostra collaterale a cura dello storico dell’arte Luca Mana dal titolo PAESAGGI, lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento, con opere, tra gli altri, di Lorenzo Delleani, Ettore Fico, Matteo Olivero.

La sezione Spazio Aperto presenta poi giovani emergenti e artisti di comprovata esperienza del panorama artistico nazionale proposta che conferma continuità tra tradizione ed innovazione. Il salone tematico ospita il Progetto ARACNE, dalla natura all’arte con Silvia Beccaria, Mariano Dallago, Roberta Toscano ed il testo critico di Marzia Capannolo.
Si prosegue poi attraverso MOOD IN THE MOOD # 1. Umore nell’umore, con Giordana Brucato, Matteo Ceccarelli, Michele Liuzzi, Chiara Luzi, Cristina Meduri, Diego Pomarico, Paola Rattazzi, Luj Vacchino, mostra curata da Togaci, e VEDUTE E VISIONI METROPOLITANE, sezione curata da Elena Piacentini con Sandra Baruzzi, Daniel Jaulmes, Hudesa Kaganow, Elena Piacentini, Mariangela Redolfini. Lungo il percorso sarà possibile incontrare inoltre i vincitori delle due sezioni del Premio Olivero 2016. Saranno in mostra: Gabriel Baltoc, Rita Bo, Laurette Bono, Valeria Cardetti, Cristina De Maria, Fulvio Donorà, GAP Paint Abstract, Franco Giletta, Rodolfo Graziani, Rocío Lahuerta, Giancarlo Laurenti, Giusi Maglione, Laura Marello, Franco Negro, Fabio Pertosa, Enrico Prelato, Raffaele Russo, Marina Tabacco, Magda Tardon, Associazione Art en ciel: Grazia Capellani, Roberto Cossellu, Ornella Pozzetti.

Start/storia e arte – Saluzzo prosegue il suo percorso di arte, design e artigianato sino al 4 giugno in tutti i musei e in molti edifici storici della città.

Ingresso intero € 7 / Ingresso ridotto (tessera start/saluzzo) € 5
Organizzazione: Città di Saluzzo, Fondazione Amleto Bertoni-Città di Saluzzo, Associazione Art.ur
In collaborazione con: Coopcolture , IGAV, APM, IS Soleri Bertoni
Pubbliche Relazioni: Fondazione Amleto Bertoni – Tel. 0175-43527 Cell. 3469499587 – www.fondazionebertoni.it; www.zooart.it

start/antiquariato – la gallery

start/antiquariato – la gallery

 

start/play in – la gallery

start/play in – la gallery

 

start/antiquariato_dal 4 maggio 2017

un percorso coinvolgente nell’arte di ogni tempo

Inaugurazione 4 maggio 2017 – ore 18,00
5/7 e 11/14 maggio 2017
giovedì, venerdì 16.30/19.30 sabato, domenica 10.30/19.30
Fondazione Amleto Bertoni, Piazza Montebello 1, Saluzzo

PAESAGGI
Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento
A cura di Luca Mana
La pittura di paesaggio in una selezione di esemplari eseguiti da maestri riconosciuti della pittura italiana attivi tra Otto e Novecento

Depero Futurista
L’arte dell’avvenire
a cura di Umberto Brusasca
Un percorso tra opere e disegni di Fortunato Depero

LA FABBRICA DEI SOGNI
Le ceramiche San Giorgio di Albisola e i grandi artisti dell’arte moderna.
A cura di Simona Poggi e Gianfranco Fina
Una selezione di grandi piatti realizzati da Fontana, Lam, Jorn, Fabbri, Casorati
e molti altri maestri del Novecento.

La Mostra nazionale dell’Antiquariato di Saluzzo riparte dall’edizione numero 40, sotto la direzione artistica di Art.ur
Un programma all’insegna della contaminazione affinché il pubblico possa intraprendere un viaggio attraverso i secoli, tra artisti e oggetti di ogni tempo. Un format nuovo, differenti linguaggi che s’intrecciano, un grande contenitore in cui la tradizione incontra stili diversi. Arte antica e moderna si presenteranno l’una accanto all’altra.

Ad introdurre l’esposizione, un percorso di storytelling del territorio e del paesaggio e una mostra collaterale a cura dello storico dell’arte Luca Mana dal titolo PAESAGGI. Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento.
La bellezza a fare da collante, la qualità come segno distintivo: Gianfranco Fina, storico dell’arte e antiquario, ha incontrato e selezionato personalmente i galleristi e i collezionisti presenti in mostra, scelti tra i più affermati del settore. Tra i suoi obiettivi, quello di conquistare un nuovo pubblico, dar vita a una nuova forma di collezionismo che intercetti i gusti dei collezionisti di domani.

Gli espositori – La bellezza a fare da collante, la qualità come segno distintivo. Gianfranco Fina, storico dell’arte e antiquario, ha selezionato personalmente i galleristi e collezionisti presenti in mostra: Ajassa Snc – Arte Cinese, Antichità e Restauri Bruna Alessandro, Antichità Costa, Antichità Lentini, Arredantico di Cascino Lorena, Arte Arredo Andriollo, Avico, Bonanomi Antiquariato, Capellotti Antiquari, Centro Arte La Tesoreria, Chifari Art Gallery, Dal 1957 Galleria d’Arte Bottisio, Galleria Grafica Antica, Galleria Il Portico, Galleria Matteotti di Umberto Brusasca, Giordanino Mauro, Gianfranco Fina Antichità, Ivan Sandri Antichità, Lombardo & Partners Antiques, Matta Antichità Srl, Obligato Francesco, Raffaello Pernici – Best Ceramics, Rita Tuci, Sogni del Tempo di Rollo Gabriella
Che cosa vedremo in mostra – Oltre all’Antiquariato tradizionale, rappresentato da mobili e arredi risalenti fino alla metà del XIX secolo, saranno presenti molte altre forme d’arte e collezionismo: argenti, miniature e objects de vertu, arte orientale, collezionismo di nicchia, design, modernariato, dipinti antichi, quadri dell’Ottocento e del Novecento storico, dipinti contemporanei, liberty e decò, orologi, tappeti e arazzi. Un viaggio nel tempo: stile Barocco, l’arte dei diversi secoli, tra il Cinquecento e l’Ottocento, il Novecento, il Decò e il design.

La visita proporrà una monografica e una colettiva davvero di spessore: Depero Futurista – un percorso tra opere e disegni di Fortunato Depero – e le ceramiche San Giorgio di Albisola e i grandi artisti dell’arte moderna ne LA FABBRICA DEI SOGNI.

La Mostra nazionale dell’Antiquariato è inserita all’interno del più ampio cartellone start/ storia e arte un format attuale, un’offerta ampia e declinata per visitatori differenti: tecnici e appassionati d’arte ma anche turisti e famiglie, che potranno vivere un’esperienza dinamica e multiforme. In un momento in cui è importante mettere a sistema e creare reti culturali, questo progetto – con la direzione artistica di Art.ur – vuole innescare un meccanismo virtuoso di valorizzazione della città, dei suoi contenitori e dei suoi eventi.

PAESAGGI. Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento – La pittura di paesaggio, sviluppatasi a partire dal Barocco in forme autonome e non più ancellari, conobbe un periodo di rinnovata fortuna nel corso del Settecento, con il tema della veduta. Dai primi decenni del XIX secolo, complice il clima romantico, tale genere incontrò l’apprezzamento incondizionato della critica, che stanca di soggetti classici troppo impegnativi e lontani nel tempo, preferì affidarsi a questo tipo di pittura, i cui soggetti erano considerati più vicini alla realtà. Un’avventura che start/antiquariato cerca di riassumere attraverso l’esposizione di una ventina di opere esemplari, eseguite da maestri riconosciuti della pittura italiana attivi tra Otto e Novecento.

Le opere:

Carlo Follini (1848-1938), Ritorno dal Pascolo.
Olio su tela. Collezione privata

Carlo Follini (1848-1938), Pascolo nei pressi di uno stagno.
Olio su tela. Collezione privata

Giuseppe Falchetti (1843-1918), Sentiero nel bosco, 1895.
Olio su tela. Collezione privata

Vittorio Cavalleri (1860-1938), Betulle.
Olio su tavola. Collezione privata

Lorenzo Delleani (1840-1908), Paesaggio, 1903.
Olio su tavola. Collezione privata

Giovanni Battista Carpanetto (1863-1928), Marina, 1920
Olio su tela applicata su tavola. Collezione privata

Eugenio Gays (1861-1938), Marina.
Acquarello su carta. Collezione privata

Andrea Tavernier (1858-1932), Parco antico, 1888.
Olio su tela. Collezione privata

Alessandro Lupo (1876-1953), Mercato, 1925
Olio su tela. Collezione privata

Alessandro Lupo (1876-1953), Giardino.
Olio su cartone. Collezione privata

Matteo Olivero (1879-1932), Ritratto della madre nel costume tipico della Valle Po, 1924
Olio su tela. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Aia d’autunno, 1921 circa.
Olio su tela. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Nei pressi di Salassa, 1895
Olio su tavola. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Verde canavesano.
Olio su tavola. Collezione privata

A. Garino (1840-1945), Idillio.
Olio su tela. Collezione privata

Giuseppe Gheduzzi (1889-1957), Casolari in montagna.
Olio su tavola. Collezione privata

Giuseppe Gheduzzi, Pastore con pecore.
Olio su tavola. Collezione privata

Albino Galvano (1907-1990), Nei pressi di Bibiana, 1920 circa.
Olio su cartone. Collezione privata

Ettore Fico (1917-2004), Paesaggio.
Olio su tavola. Collezione privata

Salvatore Mangione (alias Salvo) (1947-2015), Primavera.
Olio su tela. Collezione privata

Ingresso intero € 7 / Ingresso ridotto (tessera start/saluzzo) € 5

TESSERA START/SALUZZO
1 mese di cultura, storia e arte a prezzo ridotto
Ingresso con riduzione sul prezzo in tutti i musei e gli spazi espositivi della città, per tutto il mese di maggio, con la tessera start/saluzzo
(la si potrà ricevere gratuitamente nei diversi spazi interessati dalla manifestazione)

start/play in – Prorogata sino al 25 giugno

Inaugurazione 6 maggio ore 17.00 – Castiglia
6 maggio/4 giugno

Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro
martedì 10.00/13.00 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5

Project room – Marzio Zorio – a cura di IGAV
mercoledì 10.00/13.00 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Castiglia – Piazza Castello

PLAY IN è un progetto crossdisciplinare di ricerca sonora nei suoi molteplici linguaggi, selezionato dal bando “ORA!” della Compagnia di San Paolo, che prevede l’ideazione di opere da parte del collettivo belga Overtoon e la costruzione di un Archivio Sonoro della Città di Saluzzo attraverso una ricerca realizzata dagli studenti dell’Istituto Soleri Bertoni, di APM (Scuola di Alto Perfezionamento Musicale) e della web radio del C-LAB. Saluzzo ospiterà l’intero percorso, presentando le opere realizzate da Stijn Demeulenaere e Katerina Undo in collaborazione con il Collettivo Overtoon piattaforma di produzione e diffusione d’arte sonora nella Castiglia di Saluzzo. Sempre in Castiglia, la Collezione IGAV inviterà l’artista Marzio Zorio ad intervenire nella project room, con un’installazione ad hoc. Nelle sale seminterrate di Casa Cavassa verrà infine proposto l’itinerario di installazioni Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro.

Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro
Un progetto ideato e organizzato dall’associazione Art.ur, gestito dagli studenti delle scuole saluzzesi APM (Alto Perfezionamento musicale) e Istituto Soleri Bertoni, in collaborazione con la web radio del Saluzzo C-LAB. Il risultato darà vita a un vero e proprio archivio di suoni e rumori che verrà allestito nel piano seminterrato di Casa Cavassa. Un viaggio nelle sale della splendida residenza e attraverso i suoni peculiari della città, riprodotti e presentati in un allestimento suggestivo.

Installazioni e camminate sonore di Stin Demeulenaere e Katerina Undo
Le opere realizzate da Stijn Demeulenaere e Katerina Undo, in collaborazione con il collettivo Overtoon, piattaforma belga di produzione e diffusione d’arte sonora, che saranno esposte alla Castiglia per un intero mese, sono il frutto della residenza artistica avvenuta a novembre 2016 a Saluzzo, in concomitanza con il laboratorio di ricerca dei suoni peculiari della città cui hanno partecipato tutti i partner del progetto, tra cui gli Onyx Jazz Club di Matera. Le opere saranno collocate nei camminamenti e nel giardino del castello offrendo un percorso che, grazie alla tecnologia utilizzata, metterà in dialogo rumori della città e suoni delle creazioni.
bini a cura di IGAV

La Project Room a cura di IGAV
L’Istituto Garuzzo per le Arti Visive – IGAV in occasione del progetto start/ allestirà una Project Room dedicata al tema dell’arte e del suono, invitando l’artista Marzio Zorio. Grazie alla collaborazione tra IGAV e i servizi educativi CoopCulture per i musei di Saluzzo, anche i bambini e le loro famiglie potranno divertirsi con laboratori ludico-ricreativi rivolti alla conoscenza dell’arte contemporanea.
Nel 2009 l’Esposizione e Collezione permanente IGAV è stata riconosciuta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo come uno de “i luoghi del contemporaneo”.
Le opere ideate e realizzate per PLAY IN verranno presentate in un secondo tempo nell’auditorium di Casa Cava a Matera, Capitale europea della Cultura 2019.

Il progetto PLAY IN è concepito e organizzato da Art.ur, finanziato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ORA! Linguaggi Contemporanei, produzioni innovative e promosso dalla Città di Saluzzo.

Project room
Ingresso in Castiglia: intero € 7 / Ingresso ridotto € 3,50 (tessera start/saluzzo)
orari: mercoledì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì venerdì sabato domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Castiglia – Piazza Castello

Territori sonori – presentazione dell’Archivio Sonoro
Ingresso Casa Cavassa: intero € 5 / Ingresso ridotto € 2,50 (tessera start/saluzzo)
orari: martedì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Saluzzo e dall’Associazione Art.ur
Con il patrocinio di: Regione Piemonte – Con il sostegno di: Compagnia di San Paolo – Bando ORA!

Artisti premiati del Premio Matteo Olivero 2017 – XXXIX edizione

I Premi e le motivazioni

Primi classificati (ex-aequo):
– Lorenzo Casali + Micol Roubini
– Riccardo Giacconi
Sezione video

Secondi classificati (ex-aequo):
– Anto.Milotta + Zlatolin Donchev
– Andrea Cerutto
Sezione installazioni e pittura

Il comitato scientifico della XXXIX edizione del Premio Matteo Olivero-Paesaggi in movimento, composto da: Anna Daneri (curatrice), Ettore Favini (artista e co-curatore del Premio), Roberto Giordana (Fondazione CRC), Arturo Demaria (Fondazione Amleto Bertoni) e Manuela Galliano (Associazione Art.ur) ha assegnato il Primo Premio ex-aequo a Lorenzo Canali+Micol Roubini e a Riccardo Giacconi per l’alta qualità artistica delle due opere presentate e per aver declinato il tema del Premio secondo due prospettive diverse e complementari, entrambe giudicate di grande interesse.
Canali+Roubini indagano in Attraverso il nord, installazione video e fotografica, le trasformazioni in atto in Europa, nelle economie e nel lavoro, attraverso la rappresentazione del paesaggio in movimento ripreso dal “Watna”, nave cargo olandese di proprietà di due anziani fratelli, su cui i due artisti hanno intrapreso una ricerca iniziata nel 2013, che ha visto il proprio compimento in occasione del Premio Matteo Olivero; nel video Gondwana, Riccardo Giacconi presenta l’incontro tra culture diverse, rappresentato dalla comunità Turaeg insediatasi vicino a Pordenone, le cui testimonianze e ricorsi alla cultura di origine caricano la narrazione di suggestioni e rimandi a un paesaggio umano in continua trasformazione, che si arricchisce grazie allo scambio culturale prodotto dalle migrazioni.
Il Secondo Premio ex-aequo è assegnato a Anto.Milotta & Zlatolin Donchev per Non esistono più le quattro stagioni, installazione sonora di grande potenzialità evocativa, che entra in un dialogo intenso con l’opera di Matteo Olivero; e ad Andrea Cerruto per Hive, ciclo di opere pittoriche nate dall’analisi dell’operare delle api e del loro rappresentare un modello possibile per la costruzione di paesaggi futuri sostenibili.

 

 

Ecco la lista degli Artisti Finalisti Premio Matteo Olivero 2017 – XXXIX edizione

Roberto Atzori
Saverio Bonato
Pamela Breda
Lorenzo Casali e Micol Roubini
Andrea Cerruto
Pamela Diamante
Riccardo Giacconi
Alessandro Gioiello
Angelo Iodice
Elena Mazzi e Sara Tirelli
Anto.Milotta e Zlatolin Donchev
Mona Mohagheghi
Lorenzo Ramos
Cosimo Veneziano

I progetti selezionati verranno esposti presso l’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo dal 27 maggio al 4 giugno 2017.

Vi aspettiamo per l’inaugurazione il 27 maggio alle ore 10.00!

Grazie a tutti per la partecipazione!

Un grazie particolare a Manuela Ribodino, la più giovane partecipante. 

__________________________________________________________________________________________________________

E’ ufficialmente aperto il bando di concorso Premio Matteo Olivero 2017

XXXIX edizione – Paesaggi in movimento

Il concorso è gratuito e aperto ad artisti e collettivi italiani che intendano presentare un’opera inerente al tema proposto. Paesaggi in movimento intende campionare alcune ricerche di artisti contemporanei sul paesaggio –sia esso naturale, urbano o sociale- che diano conto delle trasformazioni in atto nel paesaggio stesso, in chi lo abita e lo guarda, e indagare come questo intrico di sguardi contribuisca a modificare a sua volta il paesaggio.

In premio per i 10 artisti finalisti la presenza sul catalogo e una mostra curata da Anna Daneri per l’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo nel prossimo mese di maggio. Per i 3 progetti vincitori, un premio in denaro, 2.000 euro per il miglior progetto, 1.000 euro per il secondo e il terzo classificati. Tra le novità dell’edizione 2017 la partnership con Careof, organizzazione non profit per la ricerca artistica contemporanea, attiva a Milano dal 1987 nella promozione della giovane arte italiana.

Il Premio Matteo Olivero è parte del contenitore artistico start/storia e arte – Saluzzo

Scadenza per la presentazione delle domande: 04.04.2017

Affrettati a partecipare!

 

Organizzazione a cura di associazione Art.ur, Fondazione Amleto Bertoni, coordinamento Saluzzo Arte.

 

Scarica il bando

start_bando_premio matteo olivero

Scarica il comunicato stampa

Premio Matteo Olivero_CS_call

 

Informazioni: Fondazione Amleto Bertoni
Tel: 017543527
Email: premiomatteoolivero@gmail.comeventi@fondazionebertoni.it
Web:  www.zooart.it, www.fondazionebertoni.it

SVUOTA LA CANTINA

Domenica 28 maggio 2017 – dalle ore 9 alle ore 20
Centro Storico, Saluzzo

Alto Centro Storico Cittadino – Salita al Castello, Piazzetta San Giovanni,
Via San Giovanni, Via Santa Chiara, Giardino del Convento di Santa Chiara

Dopo una serie di Mercantichi arriva la “data Extra”, quella dello “Svuotacantine”. L’occasione per fare spazio e liberarsi degli oggetti che non si usano più. In Saluzzo “alta” la Fondazione Amleto Bertoni propone un evento che non poteva non essere riconfermato.

Caratterizzato lo scorso anno da una grande partecipazione, lo Svuotacantine porta con sé lo spirito del rinnovamento. A fine maggio, una domenica per mettere letteralmente per strada il vecchio, ciò che ci pare essere ormai pesante, e provare a cercare qualcosa di nuovo.
L’estate è a pochi passi, e con lei l’aria frizzante e la voglia di stare leggeri.
Allora, grandi o piccoli che siate, svuotate le cantine questo 28 maggio, la Fab è pronta ad aiutarvi.
Nel giardino del Convento di Santa Chiara area pic-nic, animazione, musica e area bimbi dedicata al libero scambio di figurine, fumetti e libri. Per partecipare come espositore www.fondazionebertoni.it

Dalle ore 10 alle ore 20 sarà poi l’occasione per la 32° edizione di NEGOZI IN STRADA, occasioni in bancarella

MercAntico Saluzzo 2017

Domenica 18 giugno 2017 – Centro cittadino
Domenica 15 ottobre 2017 – Centro cittadino
Domenica 5 novembre 2017 – Centro cittadino
Ti aspettiamo anche per:
MERCATINO DI S.ANDREA: Domenica 26 novembre 2017 – Via Savigliano

Per info: www.fondazionebertoni.it – segreteria@fondazionebertoni.it
Tel. 0175/43527 – 346/9499587