Coriandoli di frutta 2017

89° Carnevale città Saluzzo 2017

“CORIANDOLI DI FRUTTA”
Concorso a tema – “LO SPORT”

Un concorso ideato e voluto dal Consigliere della Fondazione Bertoni Fabio Pertosa che, alla sua seconda edizione, ha raccolto un buon numero di partecipanti. Tante scuole che hanno aderito: i lavori migliori si sono aggiudicati dei buoni spesa per materiale didattico offerti da Bollati Giochi Infanzia che ha esposto gli elaborati dei bambini delle scuole materne e primarie di Saluzzo e del circolo didattico per tutto il periodo del Carnevale.

Premiati i primi 3 classificati della Scuola dell’Infanzia e i primi 3 della Scuola Primaria, oltre che il migliore in assoluto votato attraverso il talloncino pubblicato dal Corriere di Saluzzo, media partner per il concorso, che ha messo in palio il premio assoluto Corriere.

Due le giurie. Una tecnica, composta da Ciaferlin Davide Bessone, dalla Castellana Paola Ravazzi, dall’Assessore Francesca Neberti per il Comune di Saluzzo, da Lorenzo Francesconi per il Corriere di Saluzzo, dala professoressa Zinola del Soleri-Bertoni e da Romano Boglio Vice Presidente FAb e delegato per il Carnevale e Angelo Gautero Consigliere Fab. L’altra, popolare: chiunque ritagliasse l’apposito tagliandino poteva recarci nel punto vendita a votare.

Ecco i vincitori!

Scuola Infanzia

1° posto – Costigliole Saluzzo con CarMela a Carnevale non congela!

2° e 3° posto ex equo – Rifreddo con Dal Monviso l’uva con il sorriso e Pagno con Preziose vitamine

Scuola Primaria

1° e 2° posto ex equo – M.Musso 1 A con La mela rossa fa un goal ad ogni mossa e M. Musso 4 A con L’uva dei golosoni usa pugni e guantoni

3° posto – M. Pivano classi quarte con Calcetto salutare

 

Bando Bar MELA VILLAGE

La Fondazione Amleto Bertoni pubblica il bando di gara relativo alla fornitura e attività di somministrazione bevande e alimenti (servizio bar e piccola ristorazione secondo quanto permesso dalle normative vigenti) presso l’area “Mela Village” in P.za Cavour a Saluzzo.

Le date sono comprese tra il 18/02/2017 e il 28/02/2017, in particolare nei giorni:
sabato 18/02, domenica 19/02, sabato 25/02, domenica 26/02 e martedì 28/02 secondo il programma eventi successivamente indicato.
Viene inoltre richiesta la preparazione di un APERICENA alle ore 18.00 di domenica 19 febbraio.

L’offerta dovrà pervenire in busta chiusa alla Fondazione Amleto Bertoni in piazza Montebello n.1 a Saluzzo (Cn) tassativamente entro le ore 12.00 di Giovedì 2 febbraio, per mezzo del servizio postale (raccomandata A/R) o consegnata personalmente alla segreteria F.A.B. secondo questi orari: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. La presentazione dell’offerta dopo il termine, anche per motivi di forza maggiore, determinerà l’esclusione dalla gara. Non verranno valutate le offerte pervenute dopo le ore 12.00 del 2 febbraio 2017 anche se spedite prima di detto termine.

BANDO DI GARA BAR_carnevale 2017_DEF

ALLEGATO A_BANDO DI GARA BAR mela village carnevale 2017

Ciaferlin 2017

Romano Boglio (vicepresidente della Fondazione Amleto Bertoni e delegato per il Carnevale) ha presentato al CDA della Fondazione Amleto Bertoni “CIAFERLIN 2017” e le maschere (Ciaferlinot e Damigelle).

CIAFERLIN 2017 sarà DAVIDE BESSONE

La maschera cittadina protagonista del Carnevale, Ciaferlin, avrà per l’89° Edizione del carnevale di Saluzzo il volto di DAVIDE BESSONE. Domenica 19 fabbraio, intorno alle ore 16.00, dal terrazzo di E-Viso che si affaccia su Piazza Cavour, usciranno anche Damigelle e Caiferlinot, quest’anno interpretati da GIORDANINO PIETRO, CACCIOLATTO MATTEO, PIA ELISABETTA e BESSONE FRANCESCA.

A Marco Vittone, Ciaferlin 2016, i ringraziamenti per l’impegno e la passione dimostrati. Ricordiamo che rimarrà in carica sino al 19 febbraio, momento del passaggio di testimone.

Per la Castellana, infine, ancora qualche settimana di attesa!

Si chiude la Mostra di Antiquariato SALUZZO/Edizione in Prospettiva. Appuntamento a MAGGIO 2017

Un weekend intenso quello appena chiuso a Saluzzo.

Gli ingredienti c’erano tutti: la città già illuminata a festa in previsione del Natale, un mercatino con concerto e animazione bambini in Via Savigliano, tutti i Musei aperti e la Mostra Nazionale di Antiquariato nelle Antiche Scuderie.

Una mostra nuova, culturale e non solo un’esposizione mercato.

Un percorso con la musica come filo conduttore che ha saputo catturare tutti i sensi ed emozionare. La retrospettiva dedicata a Victor Salvi, gli strumenti della collezione Accardi, la Mostra “Tra cielo e Terra. Storia di Musiche” di Luca Mana e alcune tra le migliori Gallerie del Piemonte, hanno saputo accogliere i visitatori e immergerli in un viaggio nei tempi antichi. Seicento, settecento fino all’Ottocento: di rara bellezza e valore i pezzi esposti con cura e attenzione.

La Mostra è stata a tutti gli effetti un’edizione in prospettiva. Organizzata dalla la Fondazione Amleto Bertoni con la direzione artistica di Art.ur e la collaborazione dello storico dell’Arte Luca Mana, questo weekend di novembre è stato un piccolo assaggio dell’importante mostra che si terrà come di consueto nel maggio prossimo, per cui sono già in corso i lavori. Circa 2.000 i passaggi in sole due giornate e mezza, un buon risultato che premia per le scelte e il lavoro svolto.

La 39esima edizione ha voluto essere un evento con il quale La Fondazione Amleto Bertoni e la Città di Saluzzo hanno proposto la tradizione della città e del saluzzese innovandola e rinnovandola, con grande soddisfazione degli organizzatori, consensi unanimi di pubblico ed espositori: lo sguardo ora è assolutamente rivolto al 2017.

 

 

 

Scarica il pieghevole della mostra

MNAnt_pieghevole_web

Fondazione Amleto Bertoni – Città Di Saluzzo
Piazza Montebello, 1, 12037 Saluzzo CN
0175 / 43527

La Gallery di ottobre/Traversée/MNA/Saluzzo visitmove!

Tra Cielo e Terra. Storia di Musiche

a cura di Luca Mana

39° Mostra Nazionale dell’Antiquariato / edizione in prospettiva

Antiche Scuderie Fondazione Amleto Bertoni Piazza Montebello 1 – Saluzzo

Apertura –   giovedì 24 novembre ore 18.00

venerdì ore 15.00/20.00
sabato e domenica ore 10.30/20.00

Un percorso espositivo, emozionale e coinvolgente, farà da introduzione alla Mostra Nazionale Antiquariato. L’ingresso e l’inizio del “viaggio” vogliono portare lo spettatore a immergersi, a farsi coinvolgere dall’atmosfera del tema e del racconto. La musica.
In sinergia con la Mostra Nazionale dell’Artigianato 2016, andata in scena in ottobre, saranno riproposti tre percorsi espositivi: Ugo Giletta e la vita del Maestro Victor Salvi, la collezione di strumenti antichi Accardi, la storia del celebre costruttore di organi Vegezzi Bossi.
Novità, un quarto percorso, l’incontro tra la musica e la pittura, il loro rapporto sulla tela, TRA CIELO E TERRA. Storia di musiche, ideata dallo storico dell’arte Luca Mana.
Muscica e Arte saranno poi protagoniste anche, sabato 26 ottobre, attraverso la conferenza Musica alla Corte dei Savoia fra Sei e Settecento: cerimonie, bali e teatri, a cura di Andrea Merlotti e Luca Mana.

Tra Cielo e Terra. Storia di Musiche
a cura di Luca Mana

Lanino

All’interno del percorso espositivo e ad introduzione della presenza in Mostra delle opere di collezionisti e antiquari, Luca Mana traccia un viaggio attraverso opere che si confrontano con il tema della musica guardando a un aspetto originale e interessante.
Nell’ambito della produzione figurativa europea di questi ultimi duemila anni, risulta evidente la tendenza degli artisti a stimolare tutti i diversi i sensi dell’osservatore. Rivelano questo intento i meravigliosi mazzi di fiori di Brueghel, i ricchissimi banconi pieni di frutta dei cremonesi fratelli Campi , così come i tanti dipinti trompe-l’oeil eseguiti in tecniche diverse. Non v’è dubbio che composizioni del genere non si rivolgessero soltanto all’intelletto di chi le guardava, ma che servissero ad appagare anche i suoi sensi. Tra le tele, il notissimo RITRATTO DI VIVALDI.
Un rapporto, quello tra la cultura figurativa e la musica, oscillante nel corso dei secoli tra l’antitesi e la fusione più totale, che ha offerto ai pittori come ai musicisti un terreno di scambi e di confronti. Luca Mana vuole introdurre il visitatore a conoscere questo rapporto, stimolandolo attraverso la visione di una scelta di opere di grande spessore.

A un viaggio tra pittura e musica, tra tecnica e scienza, tra cielo e terra, il compito di narrare come le arti hanno saputo comunicare, interagire, persino scontrarsi, al fine di creare emozione. Protagonisti i quadri, i grandi pittori e gli strumenti musicali protagonisti di queste celebri tele.

“Frutto di rapporti matematici individuati e studiati per primo dal famoso Pitagora, la MUSICA è stata associata fin dall’Antichità alla sfera del Divino. Arte effimera per eccellenza, deve il suo nome alle Muse. Collocata dai Cristiani nella classificazione universale del Sapere, essa fu tenuta in alta considerazione sia durante il Medioevo che durante il Rinascimento, quando al concetto di Musica s’iniziò ad associare una serie d’immagini, sintesi delle qualità positive di questa arte-scienza. Un percorso storico che la mostra “Tra Cielo e Terra” documenta a partire dal Cinquecento, periodo durante il quale la Musica fu sottratta all’ambito solo religioso, per diventare patrimonio comune di tutto l’Occidente europeo.”

Luca Mana

 

Ambiti tematici della mostra:

ORIGINI DELLE CONNESSIONI TRA MUSICA ed ESPERIENZE FIGURATIVE: Pitagora, l’invenzione del monocordo e la teoria dell’Armonia delle sfere celesti
LA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA DELLA MUSICA NEL MEDIOEVO: Sant’Agostino e l’equazione musica-anima
MUSICA PER IL CIELO; MUSICA PER LA TERRA: la rappresentazione dell’universo musicale nel Rinascimento
LA NATURA MORTA MUSICALE: Evaristo Baschenis e l’invenzione di un nuovo genere pittorico
LO SPAZIO CUBISTA: ossia la critica all’illusionismo

Luca Mana:
vincitore nel 2010 della borsa di studio “Master dei Giovani Talenti della Società Civile” della Fondazione CRT, è collaboratore esterno della Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed EtnoAntropologico del Piemonte Orientale (sede di Novara). Si è occupato anche di attività di schedatura presso l’Archivio di Stato di Torino, Sezione Corte, sulla corrispondenza Torino-Austria, coordinato dalla dott.sa Isabella Massabò Ricci: il periodo schedato, con attenzione riservata agli scambi storico artistici, va dal tardo Seicento a tutto il Settecento.

 

Opere

Ingresso gratuito

LA TRAVERSEE A SALUZZO

Mostra Nazionale Artigianato – Fuori Mostra

Azione itinerante di boijeot.renauld nelle piazze e nelle vie pedonali del centro storico di
Saluzzo, da Piazza Cavour all’ex caserma Musso.

Dal 17 al 23 ottobre 2016 / 24ore su 24

Dopo aver attraversato New York, Tokyo e Parigi, il famoso duo francese boijeot.renauld atterra nel centro di Saluzzo per costruire in piazza il necessario per vivere e occupare lo spazio pubblico 24 ore su 24, con tavoli, sedie, letti e caffettiere.

In concomitanza con l’inaugurazione della Mostra Nazionale Artigianato il 21, dal 17 al 23 ottobre, i due artisti abiteranno il centro di Saluzzo, accompagnati da chi vorrà lasciarsi coinvolgere in una temporanea e conviviale occupazione di strade e piazze. L’architetto Sebastien Renauld e il sociologo Laurent Boijeot hanno iniziato nel 2010 una serie di azioni, chiamate “Traversée” (traversata) che implicano la costruzione partecipata e pubblica e lo spostamento collettivo di tavoli, sedie e letti in legno. Tipico dell’ambiente domestico, il mobilio è costruito seguendo una progettazione semplice e facilmente riproducibile, che rievoca i principi d’auto-costruzione e le forme disegnate dal designer Enzo Mari negli anni ‘70. Nel caso del duo, gli oggetti non sono solo funzionali all’abitare lo spazio pubblico 24 su 24. Costruire e trasportare in strada cose destinate all’ambiente di vita privato è prima di tutto un pretesto per attivare situazioni insolite e informali di condivisione e di discussione attorno al “fare insieme” nello spazio pubblico. Il tavolo, il letto, la sedia sono il minimo comune denominatore per infiltrare in città un set inconsueto e utopico che propone il mutuo scambio e l’incontro.

Nel 2012 boijeot.renauld hanno portato la Traversée alla Biennale di Architettura di Venezia e per 192 ore consecutive hanno costruito, vissuto e spostato in città decine di tavoli e sedie. Da allora, su invito o per iniziativa personale, il duo ha attivato la Traversée in diversi contesti urbani, tra cui Parigi, New York e Tokyo. A Saluzzo, l’azione farà da preambolo alla tradizionale Mostra Nazionale Artigianato, che per due settimane, a partire dall’opening di venerdì 21 ottobre, promuoverà percorsi espositivi, conferenze e discussioni legate al lavoro artigianale del legno e al tema della musica. Strumenti di parola come i tavoli o veicoli di beato silenzio come i letti saranno prodotti e accordati durante i primi tre giorni dell’azione, dal lunedì al mercoledì, in Piazza Cavour, nei pressi dell’ala mercatale. Il duo e chi vorrà unirsi a loro, presidierà il cantiere giorno e notte, mangiando e dormendo in loco, per arrivare alla costruzione di più unità abitative. Lungi dall’essere naif, la proposta di far collassare la divisione tra pubblico e privato e di stimolare l’attraversamento collettivo dello spazio urbano, ben mantenendo una connotazione ludica, intende provocare un’inversione dei modi in cui ci si relaziona al prossimo sconosciuto nello spazio pubblico, attivare il muto aiuto e stimolare controforme di rappresentazione nella città.

Quello che boijeot.renauld sostengono è un’idea di architettura che è costruzione dinamica di spazi di vita attraverso il superamento di muri sociali e individuali. La messa in evidenza dell’esistenza di tali muri passa, per il duo, attraverso la rappresentazione, temporanea e gioiosa, della loro assenza. Dal giovedì alla domenica, le unità saranno trasportate a spalla per le vie e le piazze del centro storico, tracciando un itinerario che sarà da scoprire giorno per giorno. Chiunque vorrà appropriarsi di un tavolo e di un letto e provare l’esperienza di invertire, anche se in modo temporaneo, i ritmi di vita abituali e la relazione consueta allo spazio pubblico sarà il benvenuto.

La partecipazione all’azione sarà infatti aperta a tutti, giorno e notte. La Traversée terminerà domenica 23 ottobre con un pic-nic in FAB, all’ex-caserma Musso, dalle ore 12.00.
L’iniziativa è organizzata dal Comune di Saluzzo, dall’Associazione Art.ur e dalla Fondazione Amleto BertoniCon il patrocinio di: Regione Piemonte
Con il sostegno di: Fondazione CRT
Gli sponsor tecnici sono: CLEN Legnami, APM (Scuola di Alto Perfezionamento Musicale)
I Media partner sono: La Stampa, Unico
Scenografia: 2m26
Grafica: egovitaminacreativa
Per ulteriori informazioni:
Sito: www.art-ur.it; www.zooart.it; /eventi/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/associazioneArtur/
Contatti: info@art-ur.it, 3396908997

UVERNADA 2016

UVERNADA 2016

ES LA FESTA DE LOU DALFIN, L’UVERNADA!
La festa popolare invade le strade e anima la Capitale del Marchesato

Tre giorni di concerti al PalaCRS, tre giorni di incontri musicali in tre luoghi suggestivi della città. Due concerti itineranti il sabato mattina e sabato pomeriggio nel centro cittadino. UvernOff: dopo festival serale con concerti ed eventi nei locali saluzzesi dei birrifici artigianali che hanno aderito al Festival Occit’Amo. Expo di liuteria con alcuni tra i più conosciuti liutai di Italia e Francia. Stage di danza con la regina del ballo occitano Daniela Mandrile, stage di canto con La Voce di Marsiglia Manu Théron… e molto altro!
UVERNADA_ I biglietti potranno essere acquistati direttamente alle casse la sera stessa del concerto

UVERNOFF_Ingresso gratuito
Informazioni UVERNADA – Tel.+39 329 00 97 484
Web: www.uvernada.net – www.loudalfin.it – www.occitamofestival.it
Facebook: www.facebook.com/uvernada – www.facebook.com/loudalfin
Mail: info@loudalfin.it – remo@loudalfin.it

La manifestazione si terrà nei seguenti luoghi:
Museo della Civiltà Cavalleresca: Piazza Castello 1, 12037 Saluzzo (Cn)
Chiesa di San Giovanni: Via San Giovanni 9, 12037 Saluzzo (Cn)
Antico Palazzo Comunale: Salita al Castello 26, 12037 Saluzzo (Cn)

PalaCRS: Via Don Soleri 3, 12037 Saluzzo (Cn)

Il lungo week-end che lancia al ponte dei Santi
Un pacchetto “tutto compreso”

Uvernada quest’anno incontra il primo ponte dell’autunno. Il week-end lungo di San Martino sarà così occasione per una gita nel Saluzzese. La 78° Mostra Nazionale dell’Artigianato di Saluzzo (con gli eventi collaterali, la Traversèe e Play In), i Musei – Antico Palazzo Comunale, Pinacoteca, Torre Civica, Casa Pellico, Castiglia, Museo della Civiltà Cavalleresca, Museo della Memoria Carceraria, Museo Civico Casa Cavassa – saranno il ricco menù di un’offerta che vuole consolidarsi nell’arco dell’anno intero. Coloro che dall’Italia e dall’Europa sceglieranno questa meta ai piedi del Monviso non avranno soltanto musica serale, ma potranno godere di un pacchetto che include il buon cibo della tradizione piemontese in decine di osterie e ristoranti, il territorio con escursioni nelle vicine vallate o nella pianura con i suoi centri storici, le bellezze architettoniche che narrano gli antichi fasti della Capitale del Marchesato e la storia medievale (dall’Abbazia di Staffarda al Monastero di S. Maria della Stella a Rifreddo).

Torino, le Langhe e il Monferrato, le dimore dei Savoia, le vette non ancora innevate, sono poi le mete che, con poco più di un’ora di viaggio, si possono raggiungere agevolmente.

 

Vai all’articolo completo_

http://www.occitamofestival.it/il-festival/uvernada-2016/

MERCANTICO

La prossima data del MercAntico è stata spostata dal 9 ottobre al DOMENICA 2 OTTOBRE 2016

Per informazione per partecipare: FAB 0175-43527 CELL. 346-9499587  segreteria@fondazionebertoni.it

C’E’ FERMENTO 2016: GRANDI BIRRE DA PICCOLI PRODUTTORI – 1, 2, 3 LUGLIO – SALUZZO

Gli appassionati della bevanda più antica del mondo hanno segnato sul calendario tre date imperdibili per l’estate 2016: venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 luglio a Saluzzo (CN) torna “C’è Fermento”.
Il salone della birra artigianale, punto di riferimento per l’intero movimento birrario piemontese, si svolge presso i cortili della Fondazione Amleto Bertoni, in piazza Montebello 1 (anche in caso di maltempo nelle Antiche Scuderie).

Il festival anche quest’anno parla “Nazionale”: come già avvenuto nel 2014, venerdì 2 luglio diventerà il palcoscenico privilegiato per la presentazione nazionale della Guida alle Birre d’Italia di Slow Food Editore, con più di 80 produttori da tutta Italia ospiti nell’area riservata della FAB.
Saranno presenti oltre 150 birre diverse prodotte da venticinque birrifici, invitati dopo un’accurata selezione a cura di un team di esperti del settore, e 12 stand dedicati alla cucina di strada, selezionati in collaborazione con la Condotta del Marchesato di Slow Food.

Negli anni la crescita continua nei numeri ne ha decretato il successo, senza snaturare quello che è il suo obiettivo: la conoscenza della birra artigianale attraverso un percorso di degustazioni esclusivo. La formula vincente resta la stessa: con 6 euro si ha diritto al kit completo (bicchiere, carta delle birre e un gettone), e per le successive degustazioni (15 cl) si utilizza il gettone da 2 euro.

Da segnalare un piccolo gemellaggio con la Puglia, presente con il birrificio B94 di Lecce, le gustose “bombette” pugliesi e il concerto de La Paranza del Geco, con pizzica e taranta. Il sito ufficiale è www.cefermento.it Non manca infine la musica, con il Festival Occit’amo: la rassegna prende il via venerdì 1 luglio con Daniele Ronda, sabato 2 con La Paranza del Geco, e infine domenica 3 con la Grande Orchestra Occitana. Il prologo di un totale di 18 concerti per promuovere le Terre del Monviso e le Valli Occitane fino al 27 agosto, con una punta di diamante da non perdere: il concerto dei Jethro Tull al Forte di Vinadio mercoledì 20 luglio

Per ulteriori dettagli www.cefermento.it