UVERNADA, l’Anteprima al TEATRO CONCORDIA

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

OCCITANIA PIZZICA DUB

NOTTE di DANZA ELETTROFOLK

31 ottobre 2017 – dalle ore 21.00

Teatro Concordia – Venaria Reale, Corso Puccini

Ore 21.00 _ SIMONE CAMPA & LA PARANZA DEL GECO

“sound a ballo” acustico, tra tarantelle e suoni del Sud

Ore 22.30 _ SERGIO BERARDO & MADASKI – GRAN BAL DUB

nuove frontiere elettro-occitane

Ore 23.30 _ MASCARIMIRI in PIZZICA DANCE HALL PARTY

pizzica elettronica e tradinnovazione

Ore 00.30 _ Clash! MASCARIMIRI vs. GRAN BAL DUB

La notte di Halloween, a Venaria, si trasforma in un viaggio attraverso la musica della tradizione popolare. Da un’idea di SIMONE CAMPA una notte tutta da danzare e ascoltare, ma in maniera insolita. Tradizione e innovazione a confronto, la pizzica, la musica occitana, l’elettronica e il dub. La musica, la danza, e una veglia senza tempo. Nella notte che ovunque si è omologata alla festa anglosassone, Il Teatro Concordia, in collaborazione con La Paranza del Geco, Dilinò e Uvernada, offre il palco a suoni e balli per narrare una storia tutta mediterranea. Le musiche del Sud e del Salento, delle feste occitane e delle valli, forti di sonorizzazioni dub ed elettrofolk, conquistano la notte.

Ecco la proposta del cantore dell’Italia meridionale cui il Festival Occit’amo, nella sua versione “autunnale” ha deciso di aderire. Un mix di Sud e Nord Italia attraverso musica e danza. Le sonorità pugliesi, la pizzica messa sul palco da Simone Campa e la Paranza del Geco. Con loro una tradizione senza tempo, una danza che trascina e fa perdere i sensi. Ma la tradizione trova, sullo stesso palco, alcuni tra gli esempi più creativi e innovativi del panorama italiano: Claudio Cavallo dei Mascarimirì, Sergio Berardo, Madaski e il Gran Bal Dub. Le note si rinnovano e grazie all’elettronica trovano ossigeno per trasformarsi: il risultato, suoni potenti, contemporanei, capaci di conquistare un pubblico giovane e trasversale.

Simone Campa & La Paranza del Geco

Simone Campa, musicista e ricercatore di tradizioni popolari italiane ed extraeuropee, fondatore e direttore artistico de La Paranza del Geco, insieme a un ensemble acustico di suonatori polistrumentisti di Puglia, Calabria, Campania e Basilicata, accompagnerà il pubblico in un appassionante concerto in cui i ballabili popolari si avvicendano ai ritmi incalzanti dei suoni a ballo, dalle tarantelle calabresi e campane alla pizzica pizzica del Salento e della Bassa Murgia, dalla tammurriata vesuviana al sonu aspromontano. L’Orchestra Suonatori propone infatti un ampio repertorio di brani per il ballo, orchestrati ed eseguiti rispettandone la strumentazione e gli stili musicali tradizionali.

La Paranza del Geco è una delle realtà musicali torinesi e italiane più longeve e riconosciute a livello nazionale ed internazionale. Il vivace repertorio de La Paranza del Geco attraversa i balli allacciati popolari (valzer e mazurca della Sicilia, scozjë della Bassa Murgia, polca della Puglia, quadriglie comandate dell’Irpinia e del Cosentino), e i ritmi più festosi di tarantelle della Locride e tarantelle “zingarote”, pastorali alla zampogna a chiave, balli sul tamburo di area vesuviana.

Gli strumenti utilizzati rispettano stilemi e grammatiche musicali della tradizione e richiamano fedelmente i suoni e le atmosfere delle feste e delle piazze del Sud: chitarra battente, flauti armonici, armonica a bocca, tamburi a cornice, zampogne a chiave del Pollino, ciaramelle, flauti doppi, friscaletto siciliano, mandola, mandolino, percussioni, organetto diatonico a 2 e 8 bassi, chitarra classica, tamburi a cornice, lira calabrese, organetto diatonico, chitarrino battente, chitarra acustica, chitarra battente. La Paranza del Geco ha portato i suoi concerti ed i suoi spettacoli in Belgio, Grecia, Portogallo, Francia, Inghilterra, Germania, Svizzera, Olanda, Polonia, Egitto, Montecarlo, Turchia, Marocco, Montenegro, Senegal.

GRAN BAL DUB

Sergio Berardo (voce e ghironda), Roberto Avena (fisarmonica),

Chiara Cesano (violino), Madaski (electronic devices, voce)

La musica occitana incontra l’elettronica in Gran Bal Dub, progetto che nasce da un’idea di Sergio Berardo, storico agit prop della musica occitana con i Lou Dalfin e innumerevoli altre formazioni, e Madaski, co-fondatore degli Africa Unite e uno dei più grandi esponenti della musica elettronica nella sua versione dub.

La danza è il punto focale dell’ispirazione e le varie forme vengono sezionate e ricomposte attraverso la tecnica del dub ma nell’assoluto rispetto delle strutture e stilemi dei balli tradizionali.

Gli storici suonatori ambulanti di ghironda, della cui opera Berardo è la naturale prosecuzione nel presente, partendo dalle Valle Occitane percorsero le strade d’Europa fino alla metà del secolo scorso e portarono sulle piazze dei paesi più lontani i loro suoni a bordone. Dalla loro vicenda musicale emerge un’idea identitaria della cultura d’Oc come strumento di comunicazione e scambio. Musica da contrabbandieri di suoni. E sulla loro scia la ghironda di oggi trova naturale interloquire con le sonorità di una realtà, quella elettronica, solo apparentemente lontana dalle atmosfere folk delle Alpi occidentali.

La musica popolare ha la forza di mettere in contatto forme espressive geograficamente distanti ma nella sostanza simili come spirito e ragione di essere. La viola & c. si appoggiano al dub e quest’ultimo piega la propria messa a punto sulle necessità coreutiche occitane. Una forma di scambio e interazione che rappresenta una delle caratteristiche storiche di tutte le musiche popolari: l’attuale che arricchisce l’antico e trova nella memoria nuove ragioni di esistere.

Pizzica dance hall party

Un DJ/LIVE Set targato Mascarimirì dove la musica Salentina cambia il suo cammino. Da musica per feste tradizionali si sposta in club ed eventi molto più innovativi, usando il Sound System come linguaggio per ballare, all’insegna della circolarità che lega il Tamburreddhu Salentino, il Vinile e oggi il CD. Ballati!!!

Mascarimirì è il più innovativo e vitale fra i gruppi della pizzica salentina, premiati da riconoscimenti e apprezzamenti della critica internazionale. Con solide radici di conoscenza e padronanza delle tradizioni, Claudio “Cavallo” Giagnotti dirige dal 1998 il progetto, portando l’ancestrale linguaggio della pizzica verso nuove frontiere. Per definire il suono dei Mascarimirì è stato coniato il termine “tradinnovazione” che li ha accompagnati in quasi vent’anni di attività.

Ingresso unico € 12,00

Orario d’apertura Biglietteria

TEATRO DELLA CONCORDIA – CORSO PUCCINI SNC – 10078 VENARIA REALE (TO)

da Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 13.00 – dalle 14.30 alle 18.00

la sera dello spettacolo dalle ore 20.00

Telefono: 011/4241124 – Mail: info@teatrodellaconcordia.it

www.teatrodellaconcordia.it

Vendita online sui circuiti:

www.vivaticket.it

www.ticketone.it

 

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Condividi
Caricando...