UVERNADA 2016

UVERNADA 2016

ES LA FESTA DE LOU DALFIN, L’UVERNADA!
La festa popolare invade le strade e anima la Capitale del Marchesato

Tre giorni di concerti al PalaCRS, tre giorni di incontri musicali in tre luoghi suggestivi della città. Due concerti itineranti il sabato mattina e sabato pomeriggio nel centro cittadino. UvernOff: dopo festival serale con concerti ed eventi nei locali saluzzesi dei birrifici artigianali che hanno aderito al Festival Occit’Amo. Expo di liuteria con alcuni tra i più conosciuti liutai di Italia e Francia. Stage di danza con la regina del ballo occitano Daniela Mandrile, stage di canto con La Voce di Marsiglia Manu Théron… e molto altro!
UVERNADA_ I biglietti potranno essere acquistati direttamente alle casse la sera stessa del concerto

UVERNOFF_Ingresso gratuito
Informazioni UVERNADA – Tel.+39 329 00 97 484
Web: www.uvernada.net – www.loudalfin.it – www.occitamofestival.it
Facebook: www.facebook.com/uvernada – www.facebook.com/loudalfin
Mail: info@loudalfin.it – remo@loudalfin.it

La manifestazione si terrà nei seguenti luoghi:
Museo della Civiltà Cavalleresca: Piazza Castello 1, 12037 Saluzzo (Cn)
Chiesa di San Giovanni: Via San Giovanni 9, 12037 Saluzzo (Cn)
Antico Palazzo Comunale: Salita al Castello 26, 12037 Saluzzo (Cn)

PalaCRS: Via Don Soleri 3, 12037 Saluzzo (Cn)

Il lungo week-end che lancia al ponte dei Santi
Un pacchetto “tutto compreso”

Uvernada quest’anno incontra il primo ponte dell’autunno. Il week-end lungo di San Martino sarà così occasione per una gita nel Saluzzese. La 78° Mostra Nazionale dell’Artigianato di Saluzzo (con gli eventi collaterali, la Traversèe e Play In), i Musei – Antico Palazzo Comunale, Pinacoteca, Torre Civica, Casa Pellico, Castiglia, Museo della Civiltà Cavalleresca, Museo della Memoria Carceraria, Museo Civico Casa Cavassa – saranno il ricco menù di un’offerta che vuole consolidarsi nell’arco dell’anno intero. Coloro che dall’Italia e dall’Europa sceglieranno questa meta ai piedi del Monviso non avranno soltanto musica serale, ma potranno godere di un pacchetto che include il buon cibo della tradizione piemontese in decine di osterie e ristoranti, il territorio con escursioni nelle vicine vallate o nella pianura con i suoi centri storici, le bellezze architettoniche che narrano gli antichi fasti della Capitale del Marchesato e la storia medievale (dall’Abbazia di Staffarda al Monastero di S. Maria della Stella a Rifreddo).

Torino, le Langhe e il Monferrato, le dimore dei Savoia, le vette non ancora innevate, sono poi le mete che, con poco più di un’ora di viaggio, si possono raggiungere agevolmente.

 

Vai all’articolo completo_

http://www.occitamofestival.it/il-festival/uvernada-2016/