Articoli

Concorso LE DUE FACCE DELLA PORTA: ecco i vincitori

“IV CONCORSO NAZIONALE DEL MOBILE – LE DUE FACCE DELLA PORTA”. La Commissione giudicante ha scelto i vincitori tra i 38 progetti presentati in concorso. Primo Premio Assoluto a Luigi Belicchi di Seregno (MB), Premio under 30 ad Arianna Aimar (di Saluzzo classe 1990), e premio Speciale Bertolotto Spa a Rebecca Vittone, saluzzese classe 1997.

SALUZZO – 38 opere partecipanti, 3 premi assegnati per un valore di 5000 euro dagli 8 membri della commissione giudicante. Sono alcuni dei numeri del quarto “Concorso Nazionale per il Mobile di Saluzzo – Le due facce della porta”, promosso da Fondazione Amleto Bertoni, Città di Saluzzo, Confartigianato Cuneo e da Bertolotto Spa, per anticipare l’appuntamento di novembre con la 77a Mostra nazionale di artigianato, che verrà presentata a Milano a ottobre nella sua veste rinnovata e ricca di novità.

LA COMMISSIONE
Nel pomeriggio di lunedì 28 settembre si è riunita la commissioni esaminatrice con Claudio Bertolotto, Presidente di commissione, l’Arch. Gianni Arnaudo, l’artista Elio Garis, l’Arch. Luca Colombatto, l’Arch. Claudio Bonicco, l’assessore Francesca Neberti per il Comune di Saluzzo, Arturo Demaria, consigliere della Fondazione Amleto Bertoni e Elso Banchero. Dopo l’apertura dei plichi, rigorosamente anonimi, le tavole di progetto sono state inserite in buste trasparenti contrassegnate da un numero progressivo da 1 a 38 coincidente al numero di protocollo, lo stesso riportato sulle buste anonime contenenti le schede di partecipazione e la relazione. La commissione esaminatrice ha compilato delle tabelle valutative, assegnando ad ogni progetto un punteggio che ha tenuto conto di diversi aspetti: design, fattibilità artigiana, fattibilità industriale e un voto libero. Dopo questa prima valutazione, la commissione ha esaminato gli 11 progetti che nella prima votazione avevano ottenuto i punteggi più alti, individuando infine con una seconda votazione i progetti vincenti.

I PREMI
Il Primo Premio Assoluto, del valore di 2000 euro (finanziato dal Comune di Saluzzo e dalla Fondazione Amleto Bertoni) e realizzazione del prototipo artigianale e industriale, destinato alla porta giudicata esteticamente più bella, è stato assegnato al progetto “Carve” realizzato da LUIGI BELICCHI residente a Seregno (MB) nato nel 1969. La motivazione è “l’interessante ricerca sulle possibilità di intervento creativo e sulla composizione grafica che può vivere nella porta vincitrice del concorso sia sul piano industriale che artigianale”.
Il Premio destinato ai partecipanti di età inferiore a 30 anni, del valore di 1000 euro (finanziato dal Confartigianato di Cuneo e dalla Fondazione Amleto Bertoni), è stato assegnato a “Ispirazioni” progetto di Arianna Aimar, residente a Saluzzo, nata nel 1990 ““per la semplificazione, la ripresa dei simboli e della grafica ispirata ai portoni antichi della Saluzzo “storica”.
Infine il Premio Speciale Bertolotto spa, del valore di 2000 euro, destinato al progetto più interessante a fini commerciali a “Spire -Il futuro ha un cuore antico” di Rebecca Vittone, residente a Saluzzo nata nel 1997. Motivazione: “La giuria ha apprezzato in questa porta la ricerca storica sfociata in un’ interessante proposta che coniuga una volontà di futuro, rispetto alla storia Saluzzese”.

La Commissione del Concorso:  da sx  l’Arch. Claudio Bonicco, l’artista Elio Garis, Claudio Bertolotto, Presidente di commissione,  l’Arch. Luca Colombatto, Elso Banchero, l’Arch. Gianni Arnaudo,  l’assessore Francesca Neberti per il Comune di Saluzzo, Arturo Demaria, consigliere della Fondazione Amleto Bertoni.

La Commissione del Concorso: da sx l’Arch. Claudio Bonicco, l’artista Elio Garis, Claudio Bertolotto, Presidente di commissione, l’Arch. Luca Colombatto, Elso Banchero, l’Arch. Gianni Arnaudo, l’assessore Francesca Neberti per il Comune di Saluzzo, Arturo Demaria, consigliere della Fondazione Amleto Bertoni.

I tre progetti premiati

I tre progetti Premiati: a sx il vincitore, a dx in alto il Premio Bertolotto Porte, in basso a dx il miglior Under 30

Commissione al lavoro

La Commissione al lavoro