Articoli

La classifica della Grande sfilata

ieri a Saluzzo dal primo pomeriggio a sera si è svolta la grande sfilata del Primo Carnevale delle 2 Province, Rivoli e Saluzzo.

Migliaia di spettatori hanno assistito ad una delle più belle sfilate carnevalesche del Piemonte, un percorso completamente transennato e totalmente in sicurezza, grazie ai volontari Ana di Revello, Barge, Saluzzo, Lagnasco, alla Protezione Civile di Envie, Cuneo e Racconigi, alla Pro loco di Revello, all’Associazione Nazionale Carabinieri, al Soccorso Radio di Saluzzo, ai 20 steward della security.

 Una grande squadra per un grande Carnevale che ha saputo stupire e incantare grandi e piccini. Un tappeto di coriandoli che ha colorato la città e inondato le strade che, grazie al grande lavoro del Comune di Saluzzo, oggi sono già tornate pulite.

Ecco la classifica completa dei vincitori del Carnevale delle 2 Province:

1° classificato il carro di Nichelino – TEC … NO … LOGICA con 190 punti

2° classificati parimerito i carri di Barge – NE COMBINIAMO DI TUTTI I COLORI  e di Luserna – FALSTAFF, TUTTO NEL MONDO è BURLA con 187 punti

3° classificato il carro di Cambiano – RICETTE DA INCUBO con 182 punti

4° classificato il carro di Piobesi – OLTRE I CONFINI DEL MARE con 177 punti

5° classificato il carro di Carmagnola – ANDATE AL DIAVOLO con 171 punti

6° classificato il carro di Roletto – GIUST’IN TEMPO con 168 punti

7° classificato il carro di Santena – BALLA CON I LUPI con 161 punti

L’8° Trofeo Rosatello è stato vinto dal carro di Luserna con 98 punti

Il 7° trofeo Miglior coreografia, trofeo eVISO, per il gruppo che trasmette più energia è stato assegnato al carro di Nichelino, assegnato al carro che ha consumato più energia vincitore con 99 punti

Il Trofeo Vaudagna trattori – 5° memorial Beppe Rosso se lo è aggiudicato il carro di Carmagnola

Per la sezione carrinfrutta:

Il Premio Giovani Impresa Coldiretti 2019, per la migliore composizione e valorizzazione del frutto è stato vinto da Barge

Il Premio Confagricoltura “Alla Carriera”, premio assegnato al carroinfrutta che ha vinto il maggior numero di edizioni,  è stato assegnato a Barge e alla Pro loco di Revello

C’È FERMENTO 2019 – il decennale

 

20/23 giugno 2019
Ex Caserma Musso, Saluzzo (Cn)

Parole chiave di uno fra i più importanti Saloni delle birre artigianali? Birra, Decennale, fascino, street food, internazionale, fermento! Insomma, una nuova e imperdibile edizione.

C’è Fermento è un evento che negli anni è diventato un punto di riferimento tra i birrai e gli amanti della birra, uno dei saloni più importanti, ed imperdibili, del nord Italia. Dieci anni non lo hanno invecchiato, anzi.
Ogni anno una sfida, la voglia di crescere, di riconfermarsi. E dopo aver raggiunto quota 20079 ingressi nel 2018, ora lo sguardo va oltre confine, va ai grandi Maestri birrai …. Non da andare a conoscere, ma da invitare su un territorio che della birra di qualità è diventato casa.
C’è Fermento è una manifestazione che al contempo sa unire produzione artigianale regionale e nazionale, gastronomia (street food di altissima qualità con prodotti del territorio) e intrattenimento artistico (una direzione artistica si occupa infatti di un cartellone di appuntamenti che accompagna la kermesse).

Il Salone della Birra artigianale è curato da Fondazione Amleto Bertoni, in collaborazione con la Città di Saluzzo e la Condotta Slow Food del Marchesato di Saluzzo. L’edizione 2019 propone diverse novità:
– più gusto e più cucine, perché la voglia di assaggiare non debba attendere
– riconfermate le 4 giornate di programmazione
– L’ora gialla. Tra le 18 e le 19 per ogni gettone acquistato 1 gettone in omaggio.
– C’è Fermento incontra il tre paesi del nord Europa
– Si riconferma poi il Salone baby friendly grazie alla collaborazione con il Ludobus Altalena che ha offerto lo scorso anno uno spazio di gioco e cura dei bambini (dai 4 agli 11 anni) con educatori professionali
– UNION BIRRAI e i percorsi tematici, un momento di formazione ed educazione al buono, nonché di comunicazione

Presenti:
– Tre Mastri Birrai provenienti dal nord Europa
– diciannove birrifici italiani – selezionati da un comitato scientifico formato da Luca Giaccone e Francesco Nota (alleghiamo curricula) – si possono gustare le birre più diverse, purché artigianali, di birrifici delle Terre del Monviso come di birrifici provenienti dal Piemonte, dalla Liguria, dalla Puglia, dalla Toscana e dal Veneto.
– Dieci spazi food differenti, anche loro selezionati e curati nei minimi dettagli.

Il Fuori C’è Fermento Non mancheranno poi gli eventi collaterali, i laboratori, le visite sul territorio, la formazione per gli ospiti nazionali e internazionali. Il Territorio delle Terre del MONVISO ha inoltre la caratteristica di Riserva della Biosfera Transfrontaliera del Monviso UNESCO. Questo territorio, riferimento per la produzione locale, è oggi ancor più centrale persino nella produzione del prodotto birra, infatti alcuni dei birrifici storici hanno fatto un importante lavoro di ricerca in merito a materie prime e costruzione di un prodotto interamente locale. Dal malto e dal luppolo coltivati all’utilizzo di acqua di fonte. Un territorio può, e deve, essere raccontato e difeso anche attraverso questi prodotti. C’è Fermento, inoltre, è anche Aspettando C’è fermento, evento oramai atteso che anche quest’anno coinciderà con le serate di preparazione e ideazione della Collaboration Beer, la birra che nasce dai produttori C’è Fermento, e che presenteranno  contemporaneamente, lanciando così la manifestazione.

C’è Fermento si inserisce all’interno di un progetto di promozione, Move – Monviso and Occitan Valleys of Europe, che prevede 4 asset strategici – Eventi, Cultura, Gusto, Paesaggio – e che proprio quest’anno assume la connotazione di Terres Monviso, arricchendosi della controparte francese, territorio di riferimento a cui il saluzzese e le vallate sono fortemente legate.

Il Salone:
Confermate la location, i cortili della ex Caserma Musso di Piazza Montebello, che si presenteranno “mascherati” per un importante ed innovativo progetto di ristrutturazione, il bicchiere in vetro (oltre 10.000 i bicchieri venduti nel 2018) e il gettone.
L’entrata è gratuita e il gettone, del valore di 2 €, diventerà strumento per degustare cibo e birra negli stand presenti. 19 i birrifici, selezionati dalla Guida alle Birre d’Italia di Slow Food e provenienti dal nord al sud della penisola, 3 birrifici Europei selezionati per qualità e stile della birra e 10 le cucine di strada selezionate dalla Condotta del Marchesato di Saluzzo Slow Food, che arriveranno anch’esse da diverse regioni italiane, rendendo l’evento di altissimo livello.

Il segno distintivo della manifestazione. Le ottime birre presenti alle spine, oltre 100, sapranno raccontare storie, profumi e sapori. Strumento indispensabile, per poterle degustare nel migliore dei modi, il bicchiere in vetro griffato C’è Fermento, scelto dal comitato scientifico dopo una accurata analisi dei diversi tipi presenti sul mercato. 7.700 i bicchieri venduti nei 4 giorni.

Un pubblico variegato quello di C’è Fermento, per luogo di provenienza ed età. I visitatori giungono da tutto il Nord Italia, dalla Liguria e dalla Francia. Numerose le famiglie (che accolgono con grande favore l’iniziativa Ludobus di Educatori dedicati ai bambini), ma anche i giovani e i meno giovani, a conferma che il Salone sa accogliere e sa “far stare bene”. Da sempre infatti il Salone si distingue per il clima disteso e l’atmosfera serena. Fondamentale l’impeccabile servizio svolto dai ben 60 volontari che a turno, nei giorni di apertura della
manifestazione, garantiscono vigilanza e sicurezza. Un grande lavoro che inizia nei mesi antecedenti con riunioni di coordinamento, analisi delle criticità e che coinvolge un volontariato fatto di persone che mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie competenze per un
evento di grande impatto per la città. Il Soccorso Radio Saluzzo, l’Associazione Nazionale Carabinieri, la Croce Verde, l’Associazione Nazionale Alpini, l’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, la Protezione Civile, la Proloco di Revello, guidati dalla A&C, sono stati assolutamente imprescindibili, così come l’azienda Best Service per il servizio di vigilanza.
C’è Fermento porta con sé una macchina organizzativa composta da un nutrito staff guidato dalla Fondazione Bertoni.
Come ogni anno il cortile d’onore, ospita la radio di piazza Radio Beckwith con un’area media e relax e per la una piccola filiera della birra con aziende che trattano gas, lieviti, scatole e bottiglie. L’attenzione è rivolta anche al B to B, altro elemento che contraddistingue il Salone.

Investitura della Castellana e Seconda sfilata degli oratori della Diocesi di Saluzzo

Una bellissima giornata quella di domenica 17 con l’investitura della 67a Castellana e la consegna delle chiavi della Città, la seconda sfilata degli oratori con oltre 800 bambini in maschera e un’atmosfera di festa e gioia che hanno contagiato e colorato tutta Saluzzo.

Otto i gruppi mascherati con piccoli carretti a mano, che hanno sfilato per via Silvio Pellico, corso Italia e via Ludovico, e un trofeo in palio vinto dall’oratorio di Tarantasca.

Ecco il dettaglio con i punteggi assegnati dalla giuria composta da 7 membri del CPR, Silvana Cravero, per il Comune di Saluzzo, Sergio Barale, storico volontario del Carnevale per la Fondazione Bertoni e la Castellana uscente Monica Demaria.

Oratorio di Tarantasca Gli spaventapasseri Raggio di Sole 96 punti

Oratorio di Verzuolo I nani di Biancaneve 95 punti

Oratorio Don Bosco Saluzzo Topolino 90° 95 punti

Moretta #ilpaesedeimarmocchi 95 punti

Paesana Scacco Matto 94 punti

Oratorio di Sampeyre I Sarvanot di bosch 85 punti

Oratorio di Dronero L’oratorio è servito 84 punti

Oratorio di Costigliole Saluzzo L’ombelico del mondo 79 punti

Ricordiamo i prossimi appuntamenti:

  • domenica 24 febbraio: grande sfilata a Rivoli

si prosegue poi a Saluzzo

  • giovedì 28 febbraio: serata danzante, scuderia B Fondazione A. Bertoni, dalle 20.30 – ingresso libero

  • sabato 2 marzo: veglione di carnevale “Supertino”, dj set Pala CRS Foro Boario, dalle 20.30 – ingresso 5 euro

  • domenica 3 marzo: grande sfilata carri di cartapesta e carrinfrutta a Saluzzo, dalle 14.00

  • lunedì 4 marzo: ballo dei bambini con dj set, Pala CRS Foro Boario, dalle 15 – ingresso libero

  • martedì 5 marzo: pomeriggio in piazza per bambini, con luna park, premiazione vincitori Coriandoli di frutta e estrazione numero vincente lotteria di Carnevale

Mezza maratona del Marchesato 2019: la conferenza stampa

A 1 mese dalla corsa è ora di raccontare LA MEZZA MARATONA DEL MARCHESATO 2019.

Sesta edizioneterza nazionale, per quest’anno anticipata al mese di marzo, domenica 17, in modo che la gara si inserisca al meglio all’interno del calendario FIDAL regionale e nazionale.

Confermatissima la Mini Mezza Eplì nella giornata del sabato: anche i piccoli corridori saranno protagonisti.

Vi aspettiamo Giovedì 14 febbraio alle ore 18

in Fondazione Amleto Bertoni – Piazza Montebello 1 – Saluzzo, Sala degli Specchi

per ascoltare queste e altre novità 2019

Mercantico: si riparte dall’ex caserma Musso 🗓 🗺

Dopo il successo della prima edizione, il MercAntico 2019 riparte da una versione “al coperto” dell’evento che Saluzzo dedica ad artigianato, antiquariato e usato. Domenica 10 marzo le Antiche Scuderie Fondazione Amleto Bertoni apriranno le porte al MercAntico, per la seconda edizione indoor con oltre 80 spazi espositivi. Il nuovo assetto degli spazi della Fab, infatti, permettono la realizzazione di un mercato lineare, al coperto e riscaldato, “lungo” gli spazi mostra e le scuderie.

Un giorno tutto dedicato al pubblico. Un ber interno, l’accoglienza con il Vespa Club Verzuolo nel cortile della Fondazione (pezzi d’epoca e vespe da collezione) e le bellissime 500. Molti espositori, che giungono persino dalla Liguria, nuovi e con pezzi non ancora visti a Saluzzo. Una Fondazione accogliente che con 2.500 metri quadrati offre una ricca anteprima della tradizionale vetrina di Pasquetta. Le Scuderie della Fondazione Bertoni accoglieranno collezionisti e visitatori con centinaia di pezzi d’artigianato, vintage e di pregio. Dalla bigiotteria Anni ’60 ai mobili antichi restaurati, dagli introvabili dischi in vinile a pezzi di modernariato di indubbio valore, arrivando fino a vecchie stampe, libri, cartoline e ceramiche.

Vespa Club Verzuolo _ Quando il Vintage scende in strada, le due ruote della storica Vespa non possono mancare! E così, domenica 10 marzo, in occasione della manifestazione MercAntico che si terrà a Saluzzo in Piazza Montebello 1, presso le Antiche Scuderie FAB, il Vespa Club Verzuolo esporrà una serie di Vespa depoca per mostrarvi più da vicino la bellezza e il fascino dell’inconfondibile mito, potrete ammirare la rarissima Vespa 98 del 1946! Questo appuntamento vi darà la possibilità di conoscere anche le attività del nostro Club per la stagione vespistica che sta per iniziare, in particolare si potrà scoprire il programma del Vespa raduno internazionale del Marchesato che quest’anno vedrà protagonista la città di Saluzzo con le sue bellezze storico/artistiche. In tale occasione sarà altresì possibile procedere con il tesseramento per l’anno 2019, comprensivo di tessera Vespa Club Italia e gadget. Collabora alla buona riuscita dell’evento Vespa d’Epoca Italia, il gruppo Facebook, fondato da un Saluzzese, totalmente dedicato alla passione vespistica, punto di riferimento per vespisti, collezionisti ed appassionati del settore.

E a proposito di nuovo anno, tornerà anche nel 2019 con i primi caldi l’ormai atteso “Svuotacantine”. Riuso è la parola d’ordine per oggetti che da troppo tempo sono chiusi in cantina o nel solaio, con una partecipazione che cresce di anno in anno. Per chi è propenso alle grandi
pulizie di primavera, il 19 maggio è la data da segnare sul calendario.

MercAntico Saluzzo 2019
Domenica 10 marzo – Ex Caserma Musso
Lunedì 22 aprile – Pasquetta – Piazza Garibaldi
Domenica 2 giugno – Centro cittadino
Domenica 6 ottobre – Centro cittadino
Domenica 10 novembre – Centro cittadino

SVUOTA LA CANTINA: domenica 19 maggio 2019 – Centro Storico
MERCATINO DI S. ANDREA: domenica 24 novembre 2019 – Via Savigliano
Per iscrizione e abbonamenti _ dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30

Fondazione Amleto Bertoni

Per info: www.fondazionebertoni.it – segreteria@fondazionebertoni.it

Tel. 0175/43527 – 346/9499587

Conferenza stampa del primo Carnevale delle due provincie 🗓 🗺

La FONDAZIONE AMLETO BERTONI invita alla conferenza stampa di presentazione del
91° CARNEVALE CITTA’ DI SALUZZO | PRIMO CARNEVALE DELLE DUE PROVINCE

Il Carnevale degli oratori – Diocesi di Saluzzo | La grande sfilata del Carnevale

Giovedì 31 gennaio 2019 – ore 18.00
Saluzzo, Fondazione Amleto Bertoni, Piazza Montebello 1

Parteciperanno

Mauro Calderoni – Sindaco Comune di Saluzzo
Maria Ausilia Gulletta – Presidente Pro Loco Città di Rivoli
Enrico Falda – Presidente Fondazione Amleto Bertoni
Romano Boglio – Vicepresidente Fondazione Amleto Bertoni – Consigliere delegato al Carnevale

Presenta ILARIA SALZOTTO

Vi invitiamo in Fondazione Amleto Bertoni per presentarvi la 91esima edizione del Carnevale di Saluzzo, che quest’anno, grazie al gemellaggio con la Città di Rivoli, diventa IL CARNEVALE DELLE DUE PROVINCE. Una grande festa di piazza che si propone di confermare il buon lavoro fatto e di proporre qualche importante novità: ritorna il carnevale dei bambini, in collaborazione con la Diocesi di Saluzzo, quindi i carri realizzati in frutta saranno accanto a ben 7 grandi carri in carta pesta – per unire sapore del territorio e tradizione, il Pala CRS ospiterà il veglione dedicato ai giovanissimi.
Quest’anno in gara per il Carnevale delle Due Province 8 carri Piobesi Torinese, Carmagnola, Candiolo, Cambiano, Santena, Roletto e Luserna San Giovanni i carta pesta, Barge con il carro in frutta. A Saluzzo sfileranno poi ancora Verzuolo e Oratorio Odb di Saluzzo, ovviamente in versione frutta.

bando servizio bar durante il Carnevale

La Fondazione Amleto Bertoni indice una gara d’appalto per la somministrazione bevande in occasione dei festeggiamenti del 91 Carnevale-città di Saluzzo, secondo quanto permesso dalle normative vigenti, presso:
✓ postazione in area coperta denominata – Antiche Scuderie FAB – scuderia B in Piazza Montebello, 1 a Saluzzo (CN);
✓ postazione in area coperta denominata Pala CRS in Piazza del Foro Boario sito in Via Don Soleri a Saluzzo (CN)

Il bando aprirà ufficialmente da lunedì 21 gennaio.

Nel bando sono contenuti tutti i dettagli in merito alle esigenze e alle modalità di partecipazione.

Scarica qui il bando e l’allegato