start/antiquariato_dal 4 maggio 2017

un percorso coinvolgente nell’arte di ogni tempo

Inaugurazione 4 maggio 2017 – ore 18,00
5/7 e 11/14 maggio 2017
giovedì, venerdì 16.30/19.30 sabato, domenica 10.30/19.30
Fondazione Amleto Bertoni, Piazza Montebello 1, Saluzzo

PAESAGGI
Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento
A cura di Luca Mana
La pittura di paesaggio in una selezione di esemplari eseguiti da maestri riconosciuti della pittura italiana attivi tra Otto e Novecento

Depero Futurista
L’arte dell’avvenire
a cura di Umberto Brusasca
Un percorso tra opere e disegni di Fortunato Depero

LA FABBRICA DEI SOGNI
Le ceramiche San Giorgio di Albisola e i grandi artisti dell’arte moderna.
A cura di Simona Poggi e Gianfranco Fina
Una selezione di grandi piatti realizzati da Fontana, Lam, Jorn, Fabbri, Casorati
e molti altri maestri del Novecento.

La Mostra nazionale dell’Antiquariato di Saluzzo riparte dall’edizione numero 40, sotto la direzione artistica di Art.ur
Un programma all’insegna della contaminazione affinché il pubblico possa intraprendere un viaggio attraverso i secoli, tra artisti e oggetti di ogni tempo. Un format nuovo, differenti linguaggi che s’intrecciano, un grande contenitore in cui la tradizione incontra stili diversi. Arte antica e moderna si presenteranno l’una accanto all’altra.

Ad introdurre l’esposizione, un percorso di storytelling del territorio e del paesaggio e una mostra collaterale a cura dello storico dell’arte Luca Mana dal titolo PAESAGGI. Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento.
La bellezza a fare da collante, la qualità come segno distintivo: Gianfranco Fina, storico dell’arte e antiquario, ha incontrato e selezionato personalmente i galleristi e i collezionisti presenti in mostra, scelti tra i più affermati del settore. Tra i suoi obiettivi, quello di conquistare un nuovo pubblico, dar vita a una nuova forma di collezionismo che intercetti i gusti dei collezionisti di domani.

Gli espositori – La bellezza a fare da collante, la qualità come segno distintivo. Gianfranco Fina, storico dell’arte e antiquario, ha selezionato personalmente i galleristi e collezionisti presenti in mostra: Ajassa Snc – Arte Cinese, Antichità e Restauri Bruna Alessandro, Antichità Costa, Antichità Lentini, Arredantico di Cascino Lorena, Arte Arredo Andriollo, Avico, Bonanomi Antiquariato, Capellotti Antiquari, Centro Arte La Tesoreria, Chifari Art Gallery, Dal 1957 Galleria d’Arte Bottisio, Galleria Grafica Antica, Galleria Il Portico, Galleria Matteotti di Umberto Brusasca, Giordanino Mauro, Gianfranco Fina Antichità, Ivan Sandri Antichità, Lombardo & Partners Antiques, Matta Antichità Srl, Obligato Francesco, Raffaello Pernici – Best Ceramics, Rita Tuci, Sogni del Tempo di Rollo Gabriella
Che cosa vedremo in mostra – Oltre all’Antiquariato tradizionale, rappresentato da mobili e arredi risalenti fino alla metà del XIX secolo, saranno presenti molte altre forme d’arte e collezionismo: argenti, miniature e objects de vertu, arte orientale, collezionismo di nicchia, design, modernariato, dipinti antichi, quadri dell’Ottocento e del Novecento storico, dipinti contemporanei, liberty e decò, orologi, tappeti e arazzi. Un viaggio nel tempo: stile Barocco, l’arte dei diversi secoli, tra il Cinquecento e l’Ottocento, il Novecento, il Decò e il design.

La visita proporrà una monografica e una colettiva davvero di spessore: Depero Futurista – un percorso tra opere e disegni di Fortunato Depero – e le ceramiche San Giorgio di Albisola e i grandi artisti dell’arte moderna ne LA FABBRICA DEI SOGNI.

La Mostra nazionale dell’Antiquariato è inserita all’interno del più ampio cartellone start/ storia e arte un format attuale, un’offerta ampia e declinata per visitatori differenti: tecnici e appassionati d’arte ma anche turisti e famiglie, che potranno vivere un’esperienza dinamica e multiforme. In un momento in cui è importante mettere a sistema e creare reti culturali, questo progetto – con la direzione artistica di Art.ur – vuole innescare un meccanismo virtuoso di valorizzazione della città, dei suoi contenitori e dei suoi eventi.

PAESAGGI. Lo sguardo sulla realtà tra Otto e Novecento – La pittura di paesaggio, sviluppatasi a partire dal Barocco in forme autonome e non più ancellari, conobbe un periodo di rinnovata fortuna nel corso del Settecento, con il tema della veduta. Dai primi decenni del XIX secolo, complice il clima romantico, tale genere incontrò l’apprezzamento incondizionato della critica, che stanca di soggetti classici troppo impegnativi e lontani nel tempo, preferì affidarsi a questo tipo di pittura, i cui soggetti erano considerati più vicini alla realtà. Un’avventura che start/antiquariato cerca di riassumere attraverso l’esposizione di una ventina di opere esemplari, eseguite da maestri riconosciuti della pittura italiana attivi tra Otto e Novecento.

Le opere:

Carlo Follini (1848-1938), Ritorno dal Pascolo.
Olio su tela. Collezione privata

Carlo Follini (1848-1938), Pascolo nei pressi di uno stagno.
Olio su tela. Collezione privata

Giuseppe Falchetti (1843-1918), Sentiero nel bosco, 1895.
Olio su tela. Collezione privata

Vittorio Cavalleri (1860-1938), Betulle.
Olio su tavola. Collezione privata

Lorenzo Delleani (1840-1908), Paesaggio, 1903.
Olio su tavola. Collezione privata

Giovanni Battista Carpanetto (1863-1928), Marina, 1920
Olio su tela applicata su tavola. Collezione privata

Eugenio Gays (1861-1938), Marina.
Acquarello su carta. Collezione privata

Andrea Tavernier (1858-1932), Parco antico, 1888.
Olio su tela. Collezione privata

Alessandro Lupo (1876-1953), Mercato, 1925
Olio su tela. Collezione privata

Alessandro Lupo (1876-1953), Giardino.
Olio su cartone. Collezione privata

Matteo Olivero (1879-1932), Ritratto della madre nel costume tipico della Valle Po, 1924
Olio su tela. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Aia d’autunno, 1921 circa.
Olio su tela. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Nei pressi di Salassa, 1895
Olio su tavola. Collezione privata

Enrico Reycend (1855-1928), Verde canavesano.
Olio su tavola. Collezione privata

A. Garino (1840-1945), Idillio.
Olio su tela. Collezione privata

Giuseppe Gheduzzi (1889-1957), Casolari in montagna.
Olio su tavola. Collezione privata

Giuseppe Gheduzzi, Pastore con pecore.
Olio su tavola. Collezione privata

Albino Galvano (1907-1990), Nei pressi di Bibiana, 1920 circa.
Olio su cartone. Collezione privata

Ettore Fico (1917-2004), Paesaggio.
Olio su tavola. Collezione privata

Salvatore Mangione (alias Salvo) (1947-2015), Primavera.
Olio su tela. Collezione privata

Ingresso intero € 7 / Ingresso ridotto (tessera start/saluzzo) € 5

TESSERA START/SALUZZO
1 mese di cultura, storia e arte a prezzo ridotto
Ingresso con riduzione sul prezzo in tutti i musei e gli spazi espositivi della città, per tutto il mese di maggio, con la tessera start/saluzzo
(la si potrà ricevere gratuitamente nei diversi spazi interessati dalla manifestazione)

start/play in – Prorogata sino al 25 giugno

Inaugurazione 6 maggio ore 17.00 – Castiglia
6 maggio/4 giugno

Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro
martedì 10.00/13.00 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5

Project room – Marzio Zorio – a cura di IGAV
mercoledì 10.00/13.00 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Castiglia – Piazza Castello

PLAY IN è un progetto crossdisciplinare di ricerca sonora nei suoi molteplici linguaggi, selezionato dal bando “ORA!” della Compagnia di San Paolo, che prevede l’ideazione di opere da parte del collettivo belga Overtoon e la costruzione di un Archivio Sonoro della Città di Saluzzo attraverso una ricerca realizzata dagli studenti dell’Istituto Soleri Bertoni, di APM (Scuola di Alto Perfezionamento Musicale) e della web radio del C-LAB. Saluzzo ospiterà l’intero percorso, presentando le opere realizzate da Stijn Demeulenaere e Katerina Undo in collaborazione con il Collettivo Overtoon piattaforma di produzione e diffusione d’arte sonora nella Castiglia di Saluzzo. Sempre in Castiglia, la Collezione IGAV inviterà l’artista Marzio Zorio ad intervenire nella project room, con un’installazione ad hoc. Nelle sale seminterrate di Casa Cavassa verrà infine proposto l’itinerario di installazioni Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro.

Territori sonori – presentazione dell’Archivio sonoro
Un progetto ideato e organizzato dall’associazione Art.ur, gestito dagli studenti delle scuole saluzzesi APM (Alto Perfezionamento musicale) e Istituto Soleri Bertoni, in collaborazione con la web radio del Saluzzo C-LAB. Il risultato darà vita a un vero e proprio archivio di suoni e rumori che verrà allestito nel piano seminterrato di Casa Cavassa. Un viaggio nelle sale della splendida residenza e attraverso i suoni peculiari della città, riprodotti e presentati in un allestimento suggestivo.

Installazioni e camminate sonore di Stin Demeulenaere e Katerina Undo
Le opere realizzate da Stijn Demeulenaere e Katerina Undo, in collaborazione con il collettivo Overtoon, piattaforma belga di produzione e diffusione d’arte sonora, che saranno esposte alla Castiglia per un intero mese, sono il frutto della residenza artistica avvenuta a novembre 2016 a Saluzzo, in concomitanza con il laboratorio di ricerca dei suoni peculiari della città cui hanno partecipato tutti i partner del progetto, tra cui gli Onyx Jazz Club di Matera. Le opere saranno collocate nei camminamenti e nel giardino del castello offrendo un percorso che, grazie alla tecnologia utilizzata, metterà in dialogo rumori della città e suoni delle creazioni.
bini a cura di IGAV

La Project Room a cura di IGAV
L’Istituto Garuzzo per le Arti Visive – IGAV in occasione del progetto start/ allestirà una Project Room dedicata al tema dell’arte e del suono, invitando l’artista Marzio Zorio. Grazie alla collaborazione tra IGAV e i servizi educativi CoopCulture per i musei di Saluzzo, anche i bambini e le loro famiglie potranno divertirsi con laboratori ludico-ricreativi rivolti alla conoscenza dell’arte contemporanea.
Nel 2009 l’Esposizione e Collezione permanente IGAV è stata riconosciuta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo come uno de “i luoghi del contemporaneo”.
Le opere ideate e realizzate per PLAY IN verranno presentate in un secondo tempo nell’auditorium di Casa Cava a Matera, Capitale europea della Cultura 2019.

Il progetto PLAY IN è concepito e organizzato da Art.ur, finanziato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ORA! Linguaggi Contemporanei, produzioni innovative e promosso dalla Città di Saluzzo.

Project room
Ingresso in Castiglia: intero € 7 / Ingresso ridotto € 3,50 (tessera start/saluzzo)
orari: mercoledì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì venerdì sabato domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Castiglia – Piazza Castello

Territori sonori – presentazione dell’Archivio Sonoro
Ingresso Casa Cavassa: intero € 5 / Ingresso ridotto € 2,50 (tessera start/saluzzo)
orari: martedì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Saluzzo e dall’Associazione Art.ur
Con il patrocinio di: Regione Piemonte – Con il sostegno di: Compagnia di San Paolo – Bando ORA!

Artisti premiati del Premio Matteo Olivero 2017 – XXXIX edizione

I Premi e le motivazioni

Primi classificati (ex-aequo):
– Lorenzo Casali + Micol Roubini
– Riccardo Giacconi
Sezione video

Secondi classificati (ex-aequo):
– Anto.Milotta + Zlatolin Donchev
– Andrea Cerutto
Sezione installazioni e pittura

Il comitato scientifico della XXXIX edizione del Premio Matteo Olivero-Paesaggi in movimento, composto da: Anna Daneri (curatrice), Ettore Favini (artista e co-curatore del Premio), Roberto Giordana (Fondazione CRC), Arturo Demaria (Fondazione Amleto Bertoni) e Manuela Galliano (Associazione Art.ur) ha assegnato il Primo Premio ex-aequo a Lorenzo Canali+Micol Roubini e a Riccardo Giacconi per l’alta qualità artistica delle due opere presentate e per aver declinato il tema del Premio secondo due prospettive diverse e complementari, entrambe giudicate di grande interesse.
Canali+Roubini indagano in Attraverso il nord, installazione video e fotografica, le trasformazioni in atto in Europa, nelle economie e nel lavoro, attraverso la rappresentazione del paesaggio in movimento ripreso dal “Watna”, nave cargo olandese di proprietà di due anziani fratelli, su cui i due artisti hanno intrapreso una ricerca iniziata nel 2013, che ha visto il proprio compimento in occasione del Premio Matteo Olivero; nel video Gondwana, Riccardo Giacconi presenta l’incontro tra culture diverse, rappresentato dalla comunità Turaeg insediatasi vicino a Pordenone, le cui testimonianze e ricorsi alla cultura di origine caricano la narrazione di suggestioni e rimandi a un paesaggio umano in continua trasformazione, che si arricchisce grazie allo scambio culturale prodotto dalle migrazioni.
Il Secondo Premio ex-aequo è assegnato a Anto.Milotta & Zlatolin Donchev per Non esistono più le quattro stagioni, installazione sonora di grande potenzialità evocativa, che entra in un dialogo intenso con l’opera di Matteo Olivero; e ad Andrea Cerruto per Hive, ciclo di opere pittoriche nate dall’analisi dell’operare delle api e del loro rappresentare un modello possibile per la costruzione di paesaggi futuri sostenibili.

 

 

Ecco la lista degli Artisti Finalisti Premio Matteo Olivero 2017 – XXXIX edizione

Roberto Atzori
Saverio Bonato
Pamela Breda
Lorenzo Casali e Micol Roubini
Andrea Cerruto
Pamela Diamante
Riccardo Giacconi
Alessandro Gioiello
Angelo Iodice
Elena Mazzi e Sara Tirelli
Anto.Milotta e Zlatolin Donchev
Mona Mohagheghi
Lorenzo Ramos
Cosimo Veneziano

I progetti selezionati verranno esposti presso l’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo dal 27 maggio al 4 giugno 2017.

Vi aspettiamo per l’inaugurazione il 27 maggio alle ore 10.00!

Grazie a tutti per la partecipazione!

Un grazie particolare a Manuela Ribodino, la più giovane partecipante. 

__________________________________________________________________________________________________________

E’ ufficialmente aperto il bando di concorso Premio Matteo Olivero 2017

XXXIX edizione – Paesaggi in movimento

Il concorso è gratuito e aperto ad artisti e collettivi italiani che intendano presentare un’opera inerente al tema proposto. Paesaggi in movimento intende campionare alcune ricerche di artisti contemporanei sul paesaggio –sia esso naturale, urbano o sociale- che diano conto delle trasformazioni in atto nel paesaggio stesso, in chi lo abita e lo guarda, e indagare come questo intrico di sguardi contribuisca a modificare a sua volta il paesaggio.

In premio per i 10 artisti finalisti la presenza sul catalogo e una mostra curata da Anna Daneri per l’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo nel prossimo mese di maggio. Per i 3 progetti vincitori, un premio in denaro, 2.000 euro per il miglior progetto, 1.000 euro per il secondo e il terzo classificati. Tra le novità dell’edizione 2017 la partnership con Careof, organizzazione non profit per la ricerca artistica contemporanea, attiva a Milano dal 1987 nella promozione della giovane arte italiana.

Il Premio Matteo Olivero è parte del contenitore artistico start/storia e arte – Saluzzo

Scadenza per la presentazione delle domande: 04.04.2017

Affrettati a partecipare!

 

Organizzazione a cura di associazione Art.ur, Fondazione Amleto Bertoni, coordinamento Saluzzo Arte.

 

Scarica il bando

start_bando_premio matteo olivero

Scarica il comunicato stampa

Premio Matteo Olivero_CS_call

 

Informazioni: Fondazione Amleto Bertoni
Tel: 017543527
Email: premiomatteoolivero@gmail.comeventi@fondazionebertoni.it
Web:  www.zooart.it, www.fondazionebertoni.it

SVUOTA LA CANTINA

Domenica 28 maggio 2017 – dalle ore 9 alle ore 20
Centro Storico, Saluzzo

Alto Centro Storico Cittadino – Salita al Castello, Piazzetta San Giovanni,
Via San Giovanni, Via Santa Chiara, Giardino del Convento di Santa Chiara

Dopo una serie di Mercantichi arriva la “data Extra”, quella dello “Svuotacantine”. L’occasione per fare spazio e liberarsi degli oggetti che non si usano più. In Saluzzo “alta” la Fondazione Amleto Bertoni propone un evento che non poteva non essere riconfermato.

Caratterizzato lo scorso anno da una grande partecipazione, lo Svuotacantine porta con sé lo spirito del rinnovamento. A fine maggio, una domenica per mettere letteralmente per strada il vecchio, ciò che ci pare essere ormai pesante, e provare a cercare qualcosa di nuovo.
L’estate è a pochi passi, e con lei l’aria frizzante e la voglia di stare leggeri.
Allora, grandi o piccoli che siate, svuotate le cantine questo 28 maggio, la Fab è pronta ad aiutarvi.
Nel giardino del Convento di Santa Chiara area pic-nic, animazione, musica e area bimbi dedicata al libero scambio di figurine, fumetti e libri. Per partecipare come espositore www.fondazionebertoni.it

Dalle ore 10 alle ore 20 sarà poi l’occasione per la 32° edizione di NEGOZI IN STRADA, occasioni in bancarella

MercAntico Saluzzo 2017

Domenica 18 giugno 2017 – Centro cittadino
Domenica 15 ottobre 2017 – Centro cittadino
Domenica 5 novembre 2017 – Centro cittadino
Ti aspettiamo anche per:
MERCATINO DI S.ANDREA: Domenica 26 novembre 2017 – Via Savigliano

Per info: www.fondazionebertoni.it – segreteria@fondazionebertoni.it
Tel. 0175/43527 – 346/9499587

Rudunà – 20 e 21 maggio, ore 17.00 / Saluzzo

Arema presenta

20 e 21 maggio 2017 – ore 17,00
Saluzzo – vie della città

“Rudunà”
A Saluzzo sfila l’orgoglio margaro

20 maggio 2017 – ore 18,30 / ARCA – Piazza Cavour, Saluzzo
Conferenza stampa MEAT PARADE 2017

Sabato 20 e domenica 21 maggio 2017 torna la tradizionale “rudunà”, prologo della salita agli alpeggi degli allevatori del saluzzese e della manifestazione dedicata alla carne “Meat Parade” (10/11 giugno 2017).
120 animali, partenza ore 17 in entrambe le giornate, un percorso (che alleghiamo) che prevede un anello nelle vie centrali di Saluzzo, partendo dal Foro Boario. Nella due giorni poi spazio alla conoscenza del lavoro dei margari e dei loro prodotti nel campo del Foro.

Esiste ancora, in Italia, un borgo di medie dimensioni – Saluzzo ospita oltre 15.000 abitanti! – che per due giorni si lascia attraversare dai protagonisti della transumanza. Un gesto che affonda le radici nei tempi antichi, quello di portare a piedi, per lunghe giornate, gli animali dalle stalle della pianura sino agli alpeggi, dove questi trascorreranno la stagione estiva e saranno preparati i profumati e caratteristici formaggi. Un gesto della tradizone che Saluzzo ha voluto recuperare e al quale ha voluto dare una casa. La città si fa infatti tappa per i margari che negli spazi del Foro Boario possono riposare una notte, soprattutto, possono fare un’ultima festa di saluto, pronti oramai alla lunga estate in alta montagna.
Insomma, un unicum che racconta tanto l’orgoglio di un mestiere antico quanto quello di una Città fiera di raccontare in ogni occasione il legame con la terra, i suoi prodotti, il lavoro che la caratterizza, la ricchezza che dona al territorio.

La rudunà sarà anche il momento in cui presentare ufficialmente la seconda edizione di Meat Parade, la «parata di carne» che andrà in scena a Saluzzo il 10 e 11 giugno 2017.
Meat Parade è la manifestazione con la quale «celebrare» la razza bovina Piemontese.
La manifestazione è organizzata da Comune di Saluzzo e Associazione Regionale Allevatori del Piemonte, in collaborazione con A.N.A.Bo.Ra.PI. (Associazione Nazionale Allevatori Bovini Razza Piemontese), A.RE.MA. Associazione Regionale Margari, la Fondazione Amleto Bertoni di Saluzzo.
Obiettivo principale di MEAT PARADE è informare i consumatori in merito alle caratteristiche della carne di razza Piemontese e sensibilizzare i visitatori in merito a quelle che sono le modalità di allevamento in stalle a misura di animale che rispettano appieno il benessere dei bovini.

 

Info Coldiretti Cuneo – Ufficio zona di Saluzzo
Via Circonvallazione 25 H, 12037 Saluzzo CN
Tel. 0175-210213 Fax. 0171-210300

FONDAZIONE AMLETO BERTONI
Tel. 0175-43527 Cell. 346-9499587
www.fondazionebertoni.it – stampa@fondazionebertoni.it

L’ARCA SBARCA A SALUZZO!

Inaugurazione 29 aprile ore 11.00 – Piazza Cavour

29 aprile/4 giugno 2017
Piazza Cavour – Saluzzo
Grazia Amendola – installazione nell’ARCA

Start/storia e arte Saluzzo inizia il suo percorso inaugurando il primo evento. La nuova piattaforma artistica, per l’intero mese di maggio, proporrà a Saluzzo una serie di appuntamenti storici in sinergia con rassegne innovative e di ricerca. Molti gli eventi e le mostre di arte, antiquariato, artigianato, design, che invaderanno la città, i suoi musei e il centro storico.
Il primo appuntamento ZOOART, ARCA, Arte Ricerca Comunità Abitare, l’evoluzione dell’ormai quindicennale piattaforma artistica ZOOART, ideata e coordinata dall’Associazione Art.ur, che da anni arricchisce il panorama culturale cuneese con istallazioni di arte urbana e che da quest’anno apre i suoi confini sbarcando prima a Saluzzo nel mese di maggio e ad Alba nel mese di giugno.
L’ARCA è un padiglione artistico itinerante che rappresenta la materializzazione di un processo iniziato mesi fa grazie alla collaborazione con il Collettivo Orizzontale di Roma, un gruppo di architetti che si occupa di processi di costruzione di interventi semi-temporanei negli spazi pubblici.
Al primo cantiere di costruzione a Cuneo hanno preso parte 30 studenti del Politecnico di Torino guidati dal Prof. Daniele Regis, che hanno partecipato attivamente grazie ad un workshop organizzato lo scorso 1 febbraio in collaborazione con il Collettivo Orizzontale. Un laboratorio di costruzione di un luogo dalla forma ancestrale, un padiglione per l’esposizione di opere artistiche costruito con e per la comunità, un luogo mobile e al contempo stanziale attraverso il quale l’arte si muoverà per la provincia e verrà resa accessibile a tutti, in modo pubblico e gratuito, per tutto il mese di maggio in Piazza Cavour.
A Cuneo, dove l’ARCA è “nata” nelle scorse settimane, il cantiere ha rappresentato un’esperienza entusiasmante che ha unito giovani studenti e cittadini. Così avverrà a Saluzzo a partire dal 24 aprile, data in cui ricomincerà l’istallazione dell’ARCA a cui prenderanno parte gli studenti del Politecnico grazie all’animazione dell’associazione Art.ur. Al termine del lavoro ospiterà le opere di Grazia Amendola e le attività del progetto dedicato alle scuole start/ arte-gioco, nonché lo spettacolo TRENTESIMO che avverrà il 4 giugno alle 17.00.
L’installazione che sarà inserita nell’ARCA realizzata da Grazia Amendola e il cui titolo è “Non è un buon agricolo se non sai piangere” è un omaggio alla campagna, al tempo e all’energia che richiede e al legame tra Saluzzo e il paesaggio agricolo che la circonda. Il progetto avrà come elementi le

biciclette, i veicoli di trasporto per i lavoratori stagionali, una serie di strumenti naturali tipici della coltivazione frutticola saluzzese.
Vi invitiamo a vedere l’ARCA, a conoscerla e a viverla. L’inaugurazione sarà il 29 aprile alle ore 11.00, con una presentazione da parte degli organizzatori e con una performance musicale nell’arena interna. Da quel momento sarà possibile accedere all’interno e visitare l’opera di Grazia Amendola in modo libero e gratuito.

start/ storia e arte a Saluzzo – il programma

un mese di cultura, arte e storia a Saluzzo

maggio 2017

start/è il punto di partenza, il fischio d’inizio, il primo passo
start/è un mese da vivere in una città aperta all’arte, in tutte le sue declinazioni
start/è un progetto che propone percorsi artistici in un dialogo continuo tra antico e moderno, che viaggia nelle epoche e negli spazi alla ricerca della storia e della bellezza

Saluzzo, l’antica Capitale del Marchesato, scrigno incontaminato da scoprire, si fa museo a cielo aperto per offrire uno spettacolo poliedrico e inusuale lungo l’arco di un intero mese.
Start/storia e arte Saluzzo è un format attuale, un’offerta ampia e declinata per visitatori differenti: tecnici e appassionati d’arte ma anche turisti e famiglie, che potranno vivere un’esperienza dinamica e multiforme. In un momento in cui è importante mettere a sistema e creare reti culturali, questo progetto – con la direzione artistica di Art.ur – vuole innescare un meccanismo virtuoso di valorizzazione della città, dei suoi contenitori e dei suoi eventi.
Maggio sarà il mese in cui verranno presentate le proposte di questo grande calendario e Saluzzo darà il via a una serie di appuntamenti e rassegne che si alterneranno nelle varie settimane, facendo della città un luogo di ricerca e innovazione artistica.
Il paesaggio incontaminato delle montagne, quello antropizzato e agricolo, il borgo della città di Saluzzo, ma anche i rumori che caratterizzano quei luoghi. Sarà l’incanto – riassunto nella parola Landscapes – il filo conduttore di start/.
La cornice
Storia e arte – antica, moderna e contemporanea – saranno le anime di uno spazio diffuso in un borgo di provincia capace di essere attraente ben oltre i propri confini. Location insolite saranno piazze aperte, antri, cortili, lunghe scuderie, saloni di un ex carcere, scalinate, antichi palazzi. E l’arte come elemento che attiva, invade e pervade le architetture e lo spazio urbano e coinvolge le comunità. Come un caleidoscopio, Saluzzo sarà una città che cambierà forma, uno spazio mutevole, un nucleo vivace di ricerca e innovazione in campo artistico. In uno dei Borghi più belli d’Italia, un mese per godere della bellezza.
La formula
Start/storia e arte Saluzzo è un evento dedicato a pubblici differenti: tecnici e appassionati d’arte che ricercano la qualità della proposta, data da una selezione di valore, ma anche turisti e famiglie, che potranno vivere un’esperienza dinamica e multiforme. I musei aperti, le vie che accolgono nuove proposte di artisti e designer, azioni di arte contemporanea in città con progetti innovativi e di ricerca, un grande spazio espositivo nelle Antiche Scuderie della Fondazione Bertoni dedicato all’arte antica e moderna, dove ogni oggetto racconterà la sua storia. In un momento in cui è importante mettere a sistema, questo progetto – con la direzione artistica di Art.ur – vuole innescare un meccanismo virtuoso di valorizzazione della città, dei suoi contenitori e dei suoi eventi.
Il leitmotiv
Il paesaggio incontaminato delle montagne, quello antropizzato e agricolo, il borgo della città di Saluzzo, ma anche i rumori che caratterizzano quei luoghi. Sarà tutta questa bellezza – riassunta nella parola Landscapes – il filo conduttore di start/. Saranno allora gli scorci, gli spazi, i dettagli e i suoni che rendono seducente questa città così ricca di storia, gli elementi narrativi che caratterizzeranno questo grande contenitore artistico.

TESSERA START/SALUZZO

Per tutto il mese di maggio, con la tessera “Start/Saluzzo” si avrà diritto all’ingresso con riduzione sul
prezzo in tutti i musei e gli spazi espositivi della città. La tesserà sarà distibuita gratuitamente nei diversi spazi e allo IAT della Città di Saluzzo

IL PIEGHEVOLE

start_pieghevole_web

start/zooart ARCA
Arte Ricerca Comunità Abitare
29 aprile/4 giugno, Piazza Cavour
inaugurazione 29 aprile ore 11.00
ARCA, che declina la nuova concezione della rassegna di arte urbana, ZOOART, è un grande contenitore di design ma anche un incubatore di produzioni artistiche, eventi e laboratori itineranti. Da aprile a luglio 2017 porterà a Cuneo, Saluzzo e Alba, una ricerca collettiva e sperimentale sull’abitare lo spazio pubblico e privato. Un workshop per la progettazione dell’ARCA con gli studenti del Politecnico, la costruzione condivisa di un contenitore in grado di spostarsi, l’esposizione di opere site specific sono gli ingredienti di un progetto dinamico e coinvolgente.
La costruzione dell’opera sarà accompagnata dall’esposizione ARCA progetto di Orizzontale curata da Grazia Amendola.

Ingresso libero
2.Cs.startzooart

start/antiquariato
un percorso coinvolgente nell’arte di ogni tempo
4/14 maggio, Fondazione Amleto Bertoni – Piazza Montebello, 1
inaugurazione 4 maggio ore 18.00
Arte antica e moderna si presenteranno l’una accanto all’altra attraverso un percorso di storytelling del territorio, allestimenti multimediali, decine di prestigiose gallerie che esporranno i loro pezzi più ricercati ed insoliti, e una mostra collaterale a cura dello storico dell’arte Luca Mana.

Orari: giovedì venerdì 16.30/19.30 sabato domenica 10.30/19.30
Ingresso intero € 7 / Ingresso ridotto (tessera Saluzzo start) € 5

3.Cs.startAntiquariato

start/play in
arte e territori sonori – il percorso espositivo
6 maggio/4 giugno, Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5 e Castiglia – Piazza Castello
inaugurazione 6 maggio ore 17.00 – Castiglia
PLAY IN, progetto di respiro europeo, è un laboratorio ed un percorso espositivo di arte sonora e ricerca collettiva legata all’identità acustica del territorio ideato dal collettivo Overtoon.
Un progetto ideato e organizzato dall’associazione ART.UR, gestito dagli studenti delle scuole saluzzesi APM (Alto Perfezionamento musicale) e Istituto Soleri Bertoni, in collaborazione con la web radio del Saluzzo C-LAB. Il risultato darà vita a un vero e proprio archivio dei suoni che verrà allestito nel piano seminterrato di Casa Cavassa. Un viaggio nelle sale della splendida residenza e attraverso i suoni peculiari della città, riprodotti e presentati in un allestimento suggestivo.
Nel mese di maggio la Castiglia ospiterà le opere realizzate dal Collettivo Overtoon – Stijn Demeulenaere e Katerina Undo – che sono il frutto della residenza artistica avvenuta a novembre 2016 a Saluzzo, a cui hanno partecipato, alla ricerca dei suoni peculiari della città, tutti i partner del progetto, tra cui gli Onyx Jazz Club di Matera.
Sempre in Castiglia, in occasione del progetto START/ play in, Marzio Zorio allestirà una Project Room dedicata al tema dell’arte e del suono.
Grazie alla collaborazione tra IGAV e i servizi educativi CoopCulture per i musei di Saluzzo, anche i bambini e le loro famiglie potranno divertirsi con laboratori ludico-ricreativi rivolti alla conoscenza dell’arte contemporanea.

Il progetto PLAY IN è concepito e organizzato da Art.ur, finanziato dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando ORA! Linguaggi Contemporanei, produzioni innovative e promosso dalla Città di Saluzzo.

Project room
Ingresso in Castiglia: intero € 7 / Ingresso ridotto € 3,50 (tessera start/saluzzo)
orari: mercoledì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì venerdì sabato domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Castiglia – Piazza Castello

Territori sonori – presentazione dell’Archivio Sonoro
Ingresso Casa Cavassa: intero € 5 / Ingresso ridotto € 2,50 (tessera start/saluzzo)
orari: martedì 10.00/13.00 – 15.00/18.00 giovedì, venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5

4.Cs.startPalyIn

start/mna
un percorso tra l’artigianato ed il design nei luoghi storici della città
12/28 maggio, Casa Cavassa – Via S.Giovanni, 5 e luoghi della Città
inaugurazione 12 maggio ore 17.30 – Casa Cavassa
Mano a Mano é un percorso che mette in dialogo tradizione e innovazione.
Nelle splendide sale di Casa Cavassa i vecchi maestri dell’artigianato e giovani innovativi artigiani e designer si confronteranno tra loro.
Artigiani in città. Le aziende artigiane si presenteranno in nuovi showroom aperti per l’occasione in luoghi storici della città, le antiche botteghe artigiane cittadine accoglieranno coloro che, curiosi ed interessati, vorranno seguire il percorso proposto da start/.

Mano a Mano
Ingreso Casa Cavassa: intero € 5 / ridotto € 2,50 (con tessera start/saluzzo)
orari: martedì 10.00/13.00 15.00/18.00 da giovedì a domenica 10.00/13.00 14.00/19.00
Casa Cavassa, via S. Giovanni, 5

Artigiani in città
ingresso libero
orari: venerdì 16.30/19.30 sabato domenica 10.00/12.30 16.30/19.30
edifici storici, botteghe e spazi della città

5.Cs.startMna

start/saluzzo arte
l’arte è per tutti
27 maggio/4 giugno, Antico Palazzo comunale – Salita al Castello e
Fondazione Amleto Bertoni – Piazza Montebello, 1
inaugurazione 27 maggio ore 10.00 – Antico Palazzo Comunale
inaugurazione 27 maggio ore 11.30 – Fondazione Amleto Bertoni

La 22ª Mostra di Arte contemporanea di Saluzzo offrirà uno spaccato di diverse forme d’espressione artistica. Un percorso tra gli artisti amatoriali e i grandi professionisti, ma anche una nuova e importante occasione per chi parteciperà al 39° Premio Matteo Olivero, un contest che in questa edizione si rinnova e si rivolge a tutti gli artisti del panorama nazionale, chiamati a rispondere al tema Paesaggi in movimento, proposto di Anna Daneri, curatrice dell’edizione 2017 di cui la novità è la partnership con Careof.

39° Premio Matteo Olivero – Paesaggi in movimento
venerdì, sabato, domenica 10.00/13.00 – 14.00/19.00
giovedì 1 giugno 10.00/13.00 – 14.00/19.00
Antico Palazzo Comunale, Salita al Castello
Ingresso Pinacoteca Matteo Olivero e Antico Palazzo Comunale
intero € 3 / Ingresso ridotto € 1.50 (con tessera start/saluzzo)

22^ Mostra di arte contemporanea
giovedì, venerdì 16.30/19.30 sabato, domenica 10.30/19.30
Fondazione Amleto Bertoni, Piazza Montebello, 1
intero € 7 / Ingresso ridotto € 5 (con tessera start/saluzzo)
6.Cs.startSaluzzoArte

start/arte-gioco
le scuole giocano con l’arte
8 maggio/1 giugno, Aula didattica della Castiglia – Piazza Castello
Migliaia di studenti, dalle scuole materne sino ai Licei, saranno protagonisti di laboratori artistici, progetti, creazioni. Spazi da contaminare con le idee e una città da colorare.

Orari: lunedì/venerdì in orario scolastico laboratori artistici nei luoghi di start a cura dei
Servizi Educativi – Coopculture (info e prenotazioni: 800392789 – saluzzo@coopculture.it)

7.Cs.startArteGioco

start/musei aperti
29 aprile/4 giugno
1 mese di cultura, storia e arte a prezzo ridotto
Ingresso con riduzione sul prezzo in tutti i musei e gli spazi espositivi della città, per tutto il mese di maggio, con la tessera start/saluzzo
(la si potrà trovare gratuitamente nei diversi spazi interessati dalla manifestazione)

Ingresso ridotto per adulti
Ingresso gratuito per giovani, fino ai 18 anni, accompagnati dai familiari
Antico Palazzo Comunale, Casa Cavassa, Castiglia, Pinacoteca Matteo Olivero, Torre Civica, Antiche scuderie FAB durante start/ antiquariato e start/ saluzzo arte.

Organizzazione: Città di Saluzzo, Fondazione Amleto Bertoni-Città di Saluzzo, Associazione Art.ur
In collaborazione con: CoopCulture, IGAV, APM, IS Soleri Bertoni
Pubbliche Relazioni: Fondazione Amleto Bertoni
Tel. 0175-43527 Cell. 346-9499587 – www.fondazionebertoni.it
Info IAT www.saluzzoturistica.it – info@saluzzoturistica.it – Tel. 017546710

8.Cs.start_SchedaInformazioni

Bando Festa della Musica

FESTA DELLA MUSICA
17 giugno 2017

INVITO A PARTECIPARE :
gruppi musicali – cantautori – musicisti – cantanti

Nata in Francia nel 1982, la Fête de la Musique è diventata un autentico fenomeno che coinvolge ormai numerose città in tutto il mondo: dal 1995, hanno aderito moltissime Città Europee, trasformando la festa in veri e propri festival della musica.
Lo spirito è quello di una festa popolare, nella quale la partecipazione è soprattutto momento di socialità, creatività ed espressività per tutti i musicisti professionisti e non.

A SALUZZO DAL 2002

La Festa della Musica ha uno spazio sempre più rilevante nel panorama degli eventi saluzzesi, coinvolgendo musicisti, cantanti e gruppi musicali. Dal tramonto a notte inoltrata turisti, residenti e visitatori passeggiano, si fermano ad ascoltare la musica che si impadronisce di vicoli, vie e piazze di quel palcoscenico naturale che il centro storico di Saluzzo.

CHI PUO’ PARTECIPARE

Amatori, professionisti, band, solisti, progetti sperimentali. Alla Festa della Musica sono ammessi tutti gli amanti della musica e tutti i generi.
Questo è un invito alla partecipazione spontanea e all’espressione gratuita di tutti i musicisti, professionisti e amatori, solisti e gruppi.

Per scoprire come partecipare vai al link

Bando Festa della Musica

BORGO 900 / Mercatino di antiquariato, artigianato, produttori agricoli e articoli dimostrativi

domenica 30 aprile 2017
dalle ore 9.00 alle ore 18.00

Domenica 30 aprile Saluzzo si presenta nuovamente ricca di eventi e occasioni per visitare, curiosare, acquiestare, gustare.

Avviato il progetto start/storia e arte a saluzzo, che occuperà gli spazi di Piazza Cavour, in attesa del primo weekend con la Mostra Nazionale Antiquariato, ecco il Mercatino di Borgo 900.
Una giornata con bancherelle in collaborazione con l’Associazione Commercianti e con gli esercenti della zona.
Ai negozi aperti si affiancheranno banchetti con prodotti enogastronomici tipici e caratteristici, produttori agricoli, vivaisti, piante, fiori, composizioni e piccola oggettistica di artigianato e antiquariato.
Per tutto il giorno, inoltre, non mancheranno animazione, musica e gioco per grandi e piccini, il modo per rendere piacevole e divertente la passeggiata, con artisti che sapranno accogliere il pubblico di visitatori.

E’ prevista animazione per piccoli e grandi.

SALUZZO ESTATE 2017

Pronti per SALUZZO ESTATE 2017

E’ giunto il momento di chiudere i programmi e organizzare al meglio l’Estate Saluzzese!

Mercoledì  15 febbraio, alle ore 14.30 presso il Salone degli Specchi alla Fab, la Città di Saluzzo, la Fondazione Amleto Bertoni, Ascom e i locali/ristoranti saluzzesi si incontrano per discutere, proporre e scrivere il programma di una nuova e ricca stagione di spensieratezza per le strade cittadine, nelle lunghe notti d’estate.