La FIERA di Sant’Andrea a Saluzzo: 24 e 25 novembre 2018, foro Boario e via Savigliano

Ogni anno l’autunno saluzzese, si chiude con un evento che profuma di tradizione.

Il Foro Boario si anima per la Festa di Sant’Andrea: ritornano protagonisti i macchinari agricoli, gli animali, i vivaisti.

Una “piccola” fiera meccanizzata per fare il punto della stagione appena terminata, scambiare opinioni, consigli, e “seminare” il futuro che arriverà dopo il riposo dell’inverno.

Due i momenti: sabato 24 mattina gli imprenditori del settore agricolo potranno incontrarsi al Foro Boario dalle 8 alle 13. Circa un centinaio i partecipanti ogni anno oltre ai commercianti di paglia e fieno e agli ambulanti.

 

Domenica 25, invece, dalle 9 alle 19 via Savigliano e piazza Buttini ospiteranno  la Piccola Fiera di Via Savigliano una giornata in collaborazione con Confcommercio e con gli esercenti della zona. Negozi aperti, banchetti con prodotti enogastronomici tipici e caratteristici, produttori agricoli e piccola oggettistica di antiquariato. Per tutto il giorno animazioni con gli amici a 4 zampe, il magio e la musica occitana

 

13 ottobre 2018 – ore 17.00 Palazzo della Meridiana – GENOVA / Uvernada si presenta, in collaborazione con Gruppo Spontaneo Trallalero

In collaborazione con il Festival “LE VIE DEI CANTI” si terrà a Palazzo della Meridiana la presentazione del Festival “UVERNADA” che si terrà a Saluzzo alla presenza di Sergio Berardo, leader dei Lou Dalfin. Un momento per scoprire la grande festa d’autunno delle genti occitane e il suo ricchissimo programma 2018. Parole e musica con Sergio Berardo: voce ghironda e cornamusa, Dino Tron: fisarmonica, organetto e cornamusa, Laura Parodi: voce e Gruppo Spontaneo Trallalero

“Noi che veniamo dalle vallate, che abbiamo dedicato grande attenzione ai temi dell’abbandono della terra, dello spopolamento e di tutto ciò che ne consegue, troviamo una particolare vicinanza con un territorio colpito da tante avversità, che ha sofferto e soffre tutt’ora per una gestione errata del territorio. È per noi importante quindi che, in occasione di un nostro concerto con gli “amici” del Gruppo Spontaneo Trallallero, sia proprio la Città di Genova ad accogliere in modo ufficiale la prima conferenza stampa “extra regione” della grande festa dei Lou Dalfin e delle genti Occitane, l’Uvernada” – Sergio Berardo

 

Ore 21,00 Piazza delle Feste – Porto Antico – Festival Le Vie dei Canti “Cantar d’Amore”
Concerto a ballo “Voci di canti, suoni di passi” con i Lou Dalfin
Prologo al concerto: Paolo Gerbella

www.leviedeicantifestival.it  www.palazzodellameridiana.it  www.occit’amo.it

 

Info www.occitamofestival.it

Facebook @occitamo @uvernada  @loudaldin @fondazioneamletobertoni

Fondazione Amleto Bertoni, piazza Montebello 1, Saluzzo

Tel. 0175-43527 Cell. 346-9499587www.fondazionebertoni.it

Uvernada & Rudunà: il programma completo

“Jà mai aquì, di nuovo qui”

L’Uvernada ritorna

Se c’è una festa che ha caratterizzato la rinascita musicale delle valli occitane, accompagnandola negli ultimi ventotto anni, è proprio questa: l’Uvernada. Nata come celebrazione annuale del gruppo da cui tutto è iniziato, omaggio alle migliaia di persone che hanno accompagnato e vissuto il percorso culturale e sociale di trasformazione/evoluzione della musica d’òc cisalpina, da semplice manifestazione folcloristica a fenomeno di massa, si è chiamata per anni “Festa de Lou Dalfin”, per cambiare nome nelle ultime sette edizioni. Il motivo è stato un gemellaggio con la grande kermesse estiva di Rodez, l’Estivada.

Tra spostamenti di sede e cambiamenti di formula il palco dell’Uvernada ha visto, in tutti questi anni, alternarsi i principali gruppi della musica occitana e tutta una serie di formazioni “contigue”, sempre davanti a un pubblico variegato, cresciuto e consolidatosi nel tempo. Da Massilia Sound System alla Talvera a Castanha e Vinòvel, passando per Modena City Ramblers, Africa Unite, Dubioza Kolektiv e una miriade di altri gruppi, i suoni più disparati hanno celebrato il rito di un incontro che vede nello spirito più vero e antico della cultura d’òc, fatto di inclusione e scambio, la propria ragione di essere.

L’edizione di quest’anno si basa sull’idea di incontro tra terre alte. Highlands d’òc, potremmo dire. Le nostre valli accolgono musicisti, liutai, ballerini, artigiani, amici dal massiccio centrale e dai Pirenei. Un triangolo magico che unisce le tre catene montuose più alte delle terre occitane.

Arriveranno gli oboi del Coserans, nel dipartimento dell’Ariège, le bourrées, le cornamuse, le ghironde d’Auvergne, i nostri sonadors di clarinetto e fisarmonica, la nostra polifonia, ma non solo, anche le lame e i coltelli delle Alpi d’òc, i libri, i formaggi del Forez, i margari, i liutai con gli organetti mitici delle Marche, le violas di Jenzat, i fifres e i galobets di Provenza”.

Il direttore artistico Sergio Berardo, leader dei Lou Dalfin

MercAntico & Mattoncino mania: sabato 6 e domenica 7 ottobre 2018

Dopo il curioso appuntamento dell’Autun a la Villa, protagonista Villa Belvedere con una mostra mercato di prodotti tipici del territorio di MOVE, in occasione della terza giornata nazionale del Borghi autentici d’Italia, eccoci al primo weekend di ottobre che si prepara invece ad accogliere tantissimi collezionisti in città.

Doppio appuntamento per gli appassionati di collezionismo. Si parte sabato 6 ottobre all’Ex Caserma Musso, con MATTONCINO MANIA, il Salone dedicato al mondo del collezionismo e dei giochi Lego, organizzato da Bollati Giochinfanzia e ospitato nelle Antiche Scuderie di piazza Montebello.

Più di 2000 mq a disposizione per la sesta edizione di una manifestazione che cresce ogni anno. Due le sezioni: Espositori Collezionisti, veri appassionati Lego provenienti da diverse regioni del nord Italia con opere uniche e inimitabili, ed Espositori Junior, piccoli costruttori in erba con opere frutto della loro fantasia.

Al termine del percorso espositivo, una grande area gioco Lego con animazione e servizio bar.

Tra le novità, l’originalissima ambientazione del mondo acquatico marino Lego con pezzi unici e la Royal Scenography con statue di grandi dimensioni. Per la prima volta, inoltre, una vera e propria interazione tra gioco creativo e studio scientifico: Mattoncino Mania ha il piacere di ospitare il Laboratorio Lego Mindstorm realizzato dai ragazzi dei Licei di Scienze Applicate di Saluzzo e di Savigliano in collaborazione con gli insegnanti.

Non solo. Quest’anno Mattoncino Mania diventa dog friendly: sarà a disposizione un’area con dog sitter per lasciare gli amici a quattro zampe in buone mani e potersi godere la manifestazione in pieno relax.

Gli orari: sabato 6 ottobre 15-22 e domenica 7 ottobre 10-19. Ingresso: 3,50 euro, gratuito per i bambini fino a 10 anni, offerto da Acqua Eva e Inalpi. Altre info su www.mattoncinomania.it o tel. 0175 43.537.

 

Il Villaggio del Natale & i Mercatini _ 9/24 dicembre 2018 _ Modulistica e le prime notizie !

I mercatini, il villaggio, gli eventi

e tre settimane per avvicinarsi alla festa più dolce dell’anno

 

Sabato 8 dicembre, Mercatino di Natale di Castellar

Sabato 8 dicembre, inaugurazione del Villaggio di Natale di Saluzzo (Piazza Cavour) ore 18,00 e aperto fino al 24 dicembre 2018

Domenica 9 dicembre, Mercatino di Natale per le Vie della Città a Saluzzo

Per partecipare al Natale a Saluzzo è possibile scaricare la modulistica – Richiesta di partecipazione Natale 2018

 

IL TUO NATALE A SALUZZO +CASTELLAR

Dal 24 novembre al 24 dicembre 2018

 Dal 24 novembre le Luci del Natale

Protagonisti nei fine settimana i bambini con le loro famiglie con animazioni, gli animali, musica e cori

Dal 9 al 24 dicembre, il Villaggio del Natale in Piazza Cavour – inaugurazione sabato 8 dicembre

I Mercatini: sabato 8 dicembre a Castellar, domenica 9 dicembre a Saluzzo

 

Anche quest’anno Comune di Saluzzo, Confcommercio e Fondazione Amleto Bertoni hanno coordinato le numerose iniziative per regalare una suggestiva atmosfera natalizia alla città. Due mercatini e il Villaggio del Natale oltre a numerosi eventi che costelleranno un mese intero, dal 24 novembre al 24 dicembre.

Le luci, il Villaggio, musica e cori, clownerie e caldarroste. I mercatini e gli animali. Le giostre e la pista di pattinaggio su ghiaccio. Un mix che saprà rendere Saluzzo unica e bellissima, ma andiamo con ordine.

Si parte sabato 24 novembre con l’accensione delle luci di Natale e a seguire una giornata, quella di domenica 25 novembre, dedicata ai primi acquisti natalizi con la piccola Fiera di Via Savigliano. I bambini e le famiglie saranno più che mai i protagonisti: oltre alla piccola fiera con produttori agricoli, bancarelle di enogastronomia, oggettistica e articoli regalo, la giornata sarà dedicata ai nostri amici a 4 zampe. Un simpatico concorso, dimostrazioni di agility dog e uno spettacolo attesissimo con protagonista un famoso border collie, saranno gli ingredienti di una giornata indimenticabile.

Quest’anno gli animali diventano i protagonisti e sapranno accogliere grandi e piccini facendo vivere momenti indimenticabili.

Domenica 2 dicembre i negozi saranno aperti e ci si potrà muovere, nel basso centro cittadino, in groppa agli asinelli o sulla carrozza dei cavalli.

Sabato 8 dicembre avrà inizio ufficialmente il Villaggio del Natale a Saluzzo e sarà la giornata dove, Castellar piccolo centro a pochi chilometri da Saluzzo, ospiterà per tutta la giornata un mercatino di Natale nelle viuzze di collina.

Terminata la gita fuori città si tornerà poi tutti in centro in Piazza Cavour, per l‘inaugurazione del Villaggio del Natale alle ore 18 con musica, dolci sorprese e la presentazione della ricca lotteria del Carnevale 2019. E il Natale a Saluzzo avrà così il via ufficiale.

Saranno 22 le casette di legno, che ospiteranno per 2 settimane prodotti tipici e artigianato, idee regalo ma anche musica, laboratori, luci e tappeti rossi, con Babbo Natale protagonista indiscusso. I locali intorno sapranno offrire il resto: dolci, colazioni, cioccolate e bevande calde per allietare le giornate di shopping natalizio.

Il giorno successivo, domenica 9, sarà infatti la volta del mercatino a Saluzzo. Oltre 100 gli espositori che si dislocheranno da Piazza Risorgimento, Corso Italia e Corso Piemonte con tappa obbligata in Piazza Cavour al Villaggio.

Una giornata intera dedicata allo shopping, curiosando tra le bancarelle e i negozi

Anche qui gli animali: questa volta saranno i gatti ad accogliere il pubblico con simpatici spettacoli e poi artigiani del legno e la musica come sottofondo che non può mancare.

E le animazioni proseguiranno nei weekend successivi fino al 24 dicembre: clown, la fiera di Piazza Garibaldi domenica 16 per tutta la giornata, il mercato cittadino tutto il giorno sabato 22,  cornamuse e laboratori rock.

 

 

 

MercAntico/hobbisti: nuove modalità per i possessori di tesserino regionale

In merito alla partecipazione al MercAntico, sta entrando in vigore una nuova normativa per gli hobbisti, i partecipanti occasionali senza licenza.

Qui di seguito la nuova normativa
DD_255 del 15 giugno 2018

Dopo l’entrata in vigore del tesserino, per gli hobbisti già in possesso di tale documento regionale, comunichiamo che è necessario, per poter partecipare al mercatino di Saluzzo, recarsi presso gli  uffici della Fondazione Bertoni (Piazza Montebello, 1) e compilare il seguente  Modulo REGIONE PIEMONTE – manif. di interesse per la partecip. al mercatino  scaricabile
Nel caso il modulo venga scaricato online è necessario poi da trasmetterlo sempre alla Fondazione Bertoni.

Tutti coloro che non hanno ancora il tesserino, solamente per le ultime due date del 2018 cioè per il mercatino del 7 ottobre e del 18 novembre, potranno partecipare come sempre presentando la DIA, Dichiarazione di Inizio Attività temporanea, con 2 marche da bollo da 16 euro.
Dia_mercatini 2018
modalità partecipazione mercAntico 2018

 

 

Pensando all’Antiquariato … Start a Parma per Mercanteinfiera 2018

MERCANTEINFIERA
PARMA – 29 settembre – 7 ottobre 2018
Mercanteinfiera è una vera e propria città antiquaria nella quale più di mille espositori, da tutte le piazze antiquarie europee, esibiscono le proprie scoperte a decine di migliaia di visitatori professionali, collezionisti e cultori della memoria. E’ un evento unico, uno tra i più importanti appuntamenti del settore su scala europea: più di mille operatori presentano le proprie opere di modernariato, antichità e collezionismo scovate nei loro viaggi.
Due grandi appuntamenti in primavera e autunno a Parma, nel cuore dell’Emilia e dell’Italia, a due passi dal mondo per scegliere tra migliaia di pezzi di stili diversi,  verificare le tendenze del mercato, scoprire nuove filiere collezionistiche.
Parma, in uno scambio culturale e di promozione, sarà poi presente a Saluzzo, in Castiglia, tra il 15 e il 19 maggio 2018
Saluzzo sarà presente al Padiglione 4 con uno stand promozionale dedicato a Start/Storia Arte Saluzzo 2019 _ 42° Mosra Nazionale dell’Antiquariato. Iniziamo a raccontare una nuova edizione ricca di novità. La prima, la Mostra si sposterà alla Castiglia, in Saluzzo alta.

L’OPERA D’ARTE COME MICROSITEMA CULTURALE _ 29 sttembre, La Castiglia

Dalla nascita del modernismo al postmodernismo

Sabato 29 Settembre dalle ore 18.00 alle 20.00, in concomitanza “dell’evento nell’evento” della mostra di Piero Bolla, presso i locali della Castiglia,  si terrà un incontro pubblico con lo storico dell’arte e critico Lóránd Hegyi. L’appuntamento nasce con l’intento di approfondire alcuni aspetti dell’arte, non solo come semplice fruibilità dell’opera d’arte, ma come l’opera stessa possa assumere, nel tempo, un’influenza sul sistema socio-culturale della società contemporanea presentando diversi livelli di rimandi e riferimenti semantici.

La discussione avrà anche la funzione di descrivere come l’opera d’arte sia concepita da un complesso processo antropologico e socioculturale. Questi aspetti della significanza dell’opera d’arte sono evidentemente determinati per la situazione storico-mentale. La contestualizzazione dell’opera di Piero Bolla coinvolge questi aspetti ed offrono una interpretazione più ampia e complessa nei processi culturali ed estetici degli anni ‘60 e ’70.

La 71esima Mostra della Meccanica Agricola, il Salone Auto e Moto, la Festa Patronale di San Chiaffredo, la Fiera e lo Spettacolo Pirotecnico

Un grande successo per gli eventi della città che come ogni anno danno il via al ricco calendario del settembre saluzzese. 

Una bella e ricca edizione, la 71esima Mostra della Meccanica Agricola.

Complice il bel tempo, i visitatori sono stati tantissimi e sono stati nuovamente conteggiati, come in tutti gli ultimi grandi eventi seguiti dalla Fondazione Bertoni.

19.630 i passaggi in 2 giornate e mezza.

Numeri importanti che affermano l’importanza della mostra saluzzese, che continua ad essere un appuntamento fondamentale per l’agricoltura del territorio e non solo.

Ottimi anche i passaggi al Salone Auto e Moto: giunto alla sua 19esima edizione può contare sempre su un folto pubblico di curiosi e interessati, grazie anche alla centralissima location, l’Ala di Ferro di Piazza Cavour, dove si svolgono tutti i festeggiamenti patronali.

La Fiera di San Chiaffredo di lunedì, ha visto riempirsi le strade così come lo spettacolo pirotecnico del martedì sera, un must per gli abitanti di Saluzzo e delle vallate.

Altro grande successo di pubblico meritatissimo, per le serate.

Si è partiti venerdì con Mirko Casadei che, nonostante le condizioni meteo, ha registrato un tutto esaurito sotto l’Ala di Ferro; la prima edizione di Canta San Ciafré, sabato sera, è stata ricca quanto una notte bianca dell’estate appena passata, domenica e lunedì le serate danzanti hanno popolato il rialzo di Piazza Garibaldi con balli e allegria.

Tradizione, innovazione e voglia di stare insieme sono state le parole chiave di una settimana di festeggiamenti e fiere, che hanno inaugurato un autunno saluzzese che saprà stupire.

 

 

 

 

 

 

Omaggio a Pino Roasio _ da sabato 1 settembre 2018