Sabato 30 novembre 2019 – dalle ore 8.00 alle 13.00 – Foro Boario, Saluzzo
Domenica 1° dicembre 2019 – dalle ore 9.00 – Via Savigliano, Saluzzo

Torna un appuntamento da non perdere, dedicato alla tradizione, all’incontro e al legame con la terra, in un clima che profuma già di Natale!

La fiera del sabato

L’ultimo sabato di novembre è Sant’Andrea e ogni anno Saluzzo propone una fiera a lui intitolata, dedicata al settore agricolo. Immagine e simbolo della Fiera sono i “pocio”, le nespole, frutto tipico autunnale coltivato nel Saluzzese e in tutto il basso Piemonte. Questo frutto necessita di tempi lunghi di maturazione, a riposo e al caldo della paglia e proprio da questo nasce il detto piemontese “stago da pocio” a indicare uno stato di pace nel tepore domestico.
Ci si incontrerà sabato 30 novembre a partire dalle 8 al Foro Boario per confrontarsi sulla stagione da poco conclusa e, perché no, concludere le trattative iniziate alla Mostra della Meccanica di S. Chiaffredo. Una mattinata per mostrare macchinari agricoli, piante e utensileria.
La Fiera chiuderà alle 13, in tempo per un pranzo e una passeggiata in città, aspettando nel tardo pomeriggio l’accensione delle luci natalizie e di un grande albero in piazza Cavour.

La piccola fiera di via Savigliano

Il fine settimana prosegue con un ricco programma anche domenica 1° dicembre: in via Savigliano e piazza Buttini torna la Piccola fiera di via Savigliano con una connotazione sempre più legata alla terra e alcune belle novità.
Dalle 9, per tutta la giornata, un piccolo mercato e la prima novità: Una fattoria… da pocio, organizzata in collaborazione con gli Allevatori amatoriali del Marchesato, la A.S.D La Fenice II, l’Associazione CRAS, Centro Recupero Animali Selvatici e la Fattoria amatoriale Gallina golosa. In Piazza Buttini arriveranno galline, capre, pecore, conigli, pony e cavalli da ammirare e conoscere insieme a tutta la famiglia.
Dalle ore 14 la Fattoria amatoriale Gallina Golosa si occuperà di far conoscere l’arte casearia a grandi e piccini con dimostrazioni e due laboratori. L’Associazione CRAS, con un laboratorio didattico, presenterà gli animali selvatici e saprà proporre un approccio innovativo ai bambini.

Una piccola fattoria in centro città che si affiancherà a produttori agricoli e alla seconda edizione di Qua la zampa, dedicata agli amici a 4 zampe, protagonisti di attività, laboratori e momenti di interazione. Da mattina a sera, in piazza Buttini, tutti a teatro.
“TEATRO BESTIALE” è un laboratorio gestito in collaborazione con A.S.SE.A. Onlus che si occupa di Pet Therapy. È un’associazione senza fini di lucro che si avvale dei principi della “pet-therapy” – IAA – Interventi Assistiti con Animali, per svolgere la sua attività in ambito sanitario e socio-assistenziale. Lo scopo è quello di ottenere e valorizzare i benefici fisici e psichici derivanti dalla vicinanza di animali da compagnia in soggetti che vivono forme di disagio.

L’attività di domenica 1° dicembre prevede una divertentissima rappresentazione di gioco di ruolo con protagonisti i bambini e i cani di IAA-Interventi Assistiti con Animali. In questo teatrino, il bambino si mette alla prova in un ambito sicuro, affrontando le sue idee sul mondo o cercando di andare oltre le proprie capacità.
Altra novità della giornata, sempre in collaborazione con A.S.S.E.A, il laboratorio“READ DOG”. Leggere insieme a un amico a 4 zampe è più stimolante e divertente. Il Read Dog, cioè il cane da lettura, aiuta i bambini a sviluppare le proprie qualità cognitive. R.E.A.D. è l’acronimo di
Reading Education Assistance Dog, un programma di Intermountain Therapy animals (I.T.A.) che si propone di migliorare le abilità di lettura dei bambini con un metodo unico: leggere a un cane. I momenti di lettura prevedono la presenza del cane, del suo conduttore e del bambino, in un angolo dedicato della biblioteca. Il conduttore del cane, intermediario discreto fra il bambino e l’animale, fa attenzione che chi legge comprenda il testo, e che si abbandoni a una lettura fluida. I libri proposti parlano di cani e di animali, della loro cura, del rispetto, dei loro sentimenti e sono uno strumento per creare empatia.

L’iscrizione a questo laboratorio e a quello di arte casearia saranno in loco e gratuite.
Infine si potrà iniziare a pensare agli acquisti natalizi: Via Volta vi attende con tante idee regalo. E sarà anche l’ultima giornata per visitare la mostra curata da Lóránd Hegyi dal titolo “Dentro il disegno” (orario 10-13 / 14-18).
E dopo questo ricco fine settimana, la città si prepara alle feste. I mercatini di Natale saranno domenica 8 dicembre a Saluzzo e domenica 15 dicembre a Castellar. A fare da cornice, animazioni, artigianato e spettacoli per grandi e piccoli.

Per info: www.fondazionebertoni.it – segreteria@fondazionebertoni.it

Tel. 0175/43527 – 346/9499587