START_Dolcetto o scherzetto?

Domenica 26 maggio 2019

Villa Belvedere
Via San Bernardino 14 – Saluzzo

DOLCETTO O SCHERZETTO?
Dolcetto e Quagliano a confronto. Dolce di nome e dolce di fatto

Ore 12,00 – Apertura dei banchi d’assaggio

Aziende

Per il Consorzio “Colline Saluzzesi”
Paolo Bonatesta (Saluzzo) – Cascina Melognis (Revello) – F.lli Casetta (Vezza d’Alba) – Andrea Fornero (Busca) – Serena Giordanino (Costigliole S.) – Emidio Maero (Saluzzo) – Produttori Pelaverga Castellar (Saluzzo) – Vigna Santa Caterina (Saluzzo)

Per il Dolcetto
Marco e Vittorio Adriano (Dolcetto d’Alba Doc) – F.lli Aimasso (Diano d’Alba)

Poderi Cellario (Carru’)

Ospiti

BelColle (Verduno) – Vigneti Giacomo Boveri (Costa Vescovato) – L’Armangia (Canelli)

Ore 16,00 – Incontro e degustazione guidata *
Dolcetto e Quagliano a confronto
Dolce di nome e dolce di fatto

Saluti istituzionali
Città di Saluzzo – Fondazione Amleto Bertoni; Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba

Intervengono

Mauro Carosso e Andrea Dani – Associazione Italiana Sommelier – Piemonte

Michele Fino – Università di Scienze Gastronomiche

*Per la degustazione guidata: disponibilita’ n. 20 posti

Gradita la prenotazione a collinesaluzzesi@gmail.com – 333 6676235

START/storia e arte Saluzzo incontra territorio e produzione. I vitigni, i vini e un nome che suona quasi come uno scherzo. Un confronto, quello che propone Start, tra le ardue e antiche vigne del Saluzzese, ai piedi del Monviso, e le assolate colline vitate che racchiudono il Sud del Piemonte … ma non solo. L’omonima che inganna: Verduno Pelaverga e Colline Saluzzesi Pelaverga.

Nomi che confondono ma che raccontano terroir, storie, leggende e verità, con tutta la magia del variopinto panorama viticolo piemontese.

Un momento per ascoltare, gustare, confrontarsi e avvicinarsi all’attività di produttori che, in Piemonte, dedicano la propria vita alla vigna e al vino.

Nell’anno che la Regione Piemonte dedica al Dolcetto, un pomeriggio che chiude un ricchissimo mese in cui Saluzzo e il suo territorio hanno potuto farsi conoscere da migliaia di visitatori.

Dolcetto o Scherzetto e’ organizzato in collaborazione con il Consorzio “Colline Saluzzesi”, l’Associazione Italiana Sommelier -Piemonte e l’Istituto Alberghiero “G. Paire di Barge”.

Ingresso Euro 10: degustazione libera ai banchi di assaggio vini – degustazione guidata delle ore 16,00 inclusa

Possibilita’ di acquisto ai banchi

————————————-

Per informazioni e curiosità visita il sito http://startsaluzzo.it/

Segui START con l’hashtag #Start19 su Facebook @StartSaluzzo

Organizza il tuo viaggio partendo da www.saluzzoturistica.it e https://fondazionebertoni.it/

————————————-

Ufficio stampa

laWhite – ufficio stampa e dintorni – T +39 011 2764708 info@lawhite.it

Silvia Bianco / M + 39 333 8098719 / silvia@lawhite.it

Clio Amerio / M +39 349 1614867 / clio@lawhite.it

Miriam Barone / M + 39 339 7004020 / miriam@lawhite.it

E’ quasi tempo di SALUZZO ESTATE

SALUZZO ESTATE 2019

Giunge alla sua 14esima edizione la rassegna estiva saluzzese che unisce musica, gusto, feste di piazza e quest’anno anche lo sport

Quest’anno si inaugura con la Notte Rosa, mercoledì 22 maggio 2019

L’estate saluzzese quest’anno apre in anticipo. Mercoledì 22 maggio tutta la città si colorerà di rosa in occasione del passaggio del Giro d’Italia di giovedì 23 e la partenza, proprio da Saluzzo sempre giovedì del Giro E. Un villaggio in via Silvio Pellico e una serata “aspettando il giro” con animazioni a tema, musica e buon cibo, organizzata dal Comune con la Fondazione Bertoni e in collaborazione con i locali. Si
scende in strada dalle ore 18 fino alle 23: un’occasione per le famiglie e per tutti coloro che avranno voglia di vivere una delle prime serate primaverili in centro città. E poi via all’interminabile elenco di appuntamenti che animeranno i prossimi mesi e che danno vita al ricco calendario di Saluzzo Estate da giugno fino a fine agosto. Da anni la Fondazione Bertoni, in sinergia con il Comune di Saluzzo, svolge un ruolo di raccolta e coordinamento che dà vita ad una brochure che rimarrà nelle case per 3 mesi e che farà da “guida” agli eventi della città. Un lavoro che vede impegnati in molti, tra Associazioni e privati, e che racconta una bella comunità che anima e fa vivere Saluzzo.
Che cos’è perciò Saluzzo Estate? 3 mesi fitti fitti di appuntamenti che spaziano dalla musica di ogni genere al cinema, dal teatro alle visite guidate, dai laboratori per famiglie agli aperitivi, alle serate in strada.

Un territorio intero che si adopera e si racconta. Andiamo con ordine.
Il 26 maggio si chiude start/storia arte Saluzzo, 1 mese intero dedicato all’arte contemporanea, all’antiquariato e all’artigianato, e immediatamente si riparte sabato 1° giugno con Effetto Notte, la notte bianca più attesa e conosciuta della provincia, proprio perché la prima e perché sempre molto partecipata grazie alla grande proposta di punti spettacolo e gastronomici. Quest’anno una novità: Effetto Notte diventa una notte circense con Cirko Vertigo che, con i suoi artisti, renderà le strade del centro magiche ed emozionanti. I musei saranno aperti in orario serale e gratuiti, i locali animeranno le vie con musica, apericena e cene. Tutti in strada dalle 19 per una notte d’estate
dedicata proprio a tutti, giovani, famiglie e anche ai meno giovani. Non ci sarà quasi il tempo di chiudere la notte che subito domenica 2 giugno, le strade, prontamente sgombere e pulite ospiteranno il MercAntico. Il mercatino d’estate è sempre molto atteso e partecipato dagli espositori e dal pubblico. Torneranno ad essere occasioni d’affari mobili, vinili, oggetti antichi, vecchi giocattoli, libri e stampe, ma anche gioielli e ceramiche. Un intero fine settimana da vivere e gustare.
Si passa poi al fine settimana successivo: il 5, 6 e 7 giugno protagonisti gli studenti con la loro festa di fine anno scolastico. La WeyCUP 2019, quest’anno compie 10 anni e come sempre vedrà i giovani degli istituti superiori sfidarsi in competizioni e giochi, esibirsi in piazza Vineis, e condividere pranzi e cene in allegria con una serata conclusiva, quest’anno, al Pala CRS del Foro Boario.

Il weekend del 14,15,16 giugno Villa Belvedere si farà cinema a cielo aperto. Organizzata dall’Associazione Arte, Terra e Cielo, una 3 giorni con 3 film dell’ultima stagione cinematografica. Possibilità di cenare al parco dalle ore 20 e ingresso gratuito. La settimana successiva l’evento dedicato al buon cibo del territorio e alle buone birre: C’è Fermento torna un po’ più “maturo”. Quest’anno il Salone compie 10 anni, un traguardo importante segno che la scommessa dell’estate 2009 è stata vincente. Si parte anche quest’anno il giovedì 20 giugno e si
concluderà domenica 23. Alcune importanti novità attendono gli amanti della birra artigianale. Saranno 21 quest’anno i birrifici ma 3 di questi saranno internazionali. Un birrificio belga, uno tedesco e uno inglese per raccontare, proprio in occasione del decennale, i 3 stili, le 3 scuole che guidano la realizzazione della bevanda più antica al mondo. 12 i truck food che sapranno proporre ottimi cibi in abbinamento e non mancheranno musica, laboratori e incontri. I cortili della Ex Caserma si apriranno al pubblico dalle 18 del giovedì: ad aspettarlo l’immancabile bicchiere in vetro, la pinta, e il gettone tutti nuovi e fiammanti, pronti per la decima edizione.

Venerdì 21 e domenica 23 giugno a Saluzzo ci sarà anche la Festa della Musica così come nelle più grandi città Europee. Animazioni musicali nel centro storico, il concerto della corale Tre Valli, lo spettacolo di danza della Scuola Mezze Punte.
E in un attiamo si arriva a luglio. Si parte sabato 6 con un’altra bella serata in piazza per dare il via ai saldi estivi.
Una nuova collaborazione con Massimo Rea di On the corner saprà portare una ventata di freschezza e novità. Globo Summer Festival sarà la serata che vedrà coinvolte 10 vie che diventeranno 10 pianeti, 10 aree tematiche e che sapranno animare la città per una notte intera.
Questa serata darà il via a Saluzzo Fuori Orario con le aperture serali dei negozi nei giovedì 11, 18 e 25 luglio. Non mancheranno le visite guidate ai musei e i laboratori per famiglie organizzati magistralmente da Coopculture con il Comune Di Saluzzo.

E Saluzzo si riconfermerà ancora una volta città della musica. Una grande artista italiana farà da apripista al Festival Occit’amo.
Carmen Consoli lunedì 8 luglio canterà nel cortile dell’Ex Caserma e a partire dal weekend il Festival Occit’amo tornerà ad animare le vallate. Un programma ricchissimo che apre con un grande nome del panorama nazionale. Dal 13 al 21 luglio protagonista sarà la musica antica con il MOF, Marchesato Opera Festival; la rassegna Suoni dal Monviso il 27 luglio porterà sempre in Caserma un omaggio a Morricone;
la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale e la Scuola Suzuki, faranno il resto con i concerti a Saluzzo, spettacoli teatrali e la rassegna Chitarrissima 2019 nei luoghi storici della città.

Confermato per i mercoledì sera di luglio il Cinema all’aperto itinerante della Fondazione Bertoni. I titoli sono in via di definizione ma le location sono definite e ci sono alcune belle novità. 7 le tappe. Si parte mercoledì 3 in Via Barge, e poi il 10 luglio tutti a Cervignasco per il cinema in versione pic-nic. La proposta è quella di portare coperte e plaid per un cinema sotto le stelle in versione più “libera”. Si prosegue mercoledì 17 nel quartiere Maria Ausiliatrice, il 24 in via Pignari e il 31 a San Lazzaro.

Per il mese di agosto 2 nuove location. Mercoledì 7 agosto tutti al Parco Tapparelli e non poteva mancare Castellar che ospiterà il cinema mercoledì 21 agosto in piazza Cavalier Tomatis. Ogni proiezione avrà inizio alle 21.15 circa e in caso di pioggia verrà annullata.

Un grazie particolare ai locali aderenti alla Notte Rosa e ad Effetto Notte!

Il calendario completo degli appuntamenti della rassegna Saluzzo Estate è scaricabile dal sito www.fondazionebertoni.it

Info: Fondazione Amleto Bertoni – Città di Saluzzo – Tel. 0175 43527 – 346 9499587

www.fondazionebertoni.it;info@fondazionebertoni.it

SVUOTA LA CANTINA DI DOMENICA 19 MAGGIO, RINVIATO A DOMENICA 16 GIUGNO

Visto il peggioramento delle condizioni atmosferiche e l’abbassamento delle temperature, lo Svuota la Cantina viene rinviato a domenica 16 giugno 2019

Occitamo si presenta al Salone del Libro

Le anteprime #fuorifestival

Sabato 11 maggio 2019 – ore 12.30 – Torino

Salone del Libro, Spazio Regione Piemonte, Sala Arancione

La conferenza stampa

 

Sabato 11 maggio 2019 – Teatro Concordia, Venaria Reale

Dalle 15.00 _ Danze della Puglia: la Pizzica del Salento

Stage di danze del Sud Italia con La Paranza del Geco

Dalle 17.00 _ Daniela Mandrile – Stage Danze Occitane

Dalle ore 17.00 Mercato dei prodotti e dei produttori delle Terre del Monviso

Ore 21.00 _ La notte della danza popolare

Nord Sud Musica Danza

Simone Campa & La Paranza del Geco + Lou Dalfin

Ingresso unico € 10

 

Venerdì 14 giugno 2019 – Vernante, Val Vermenagna – Festa TROLL

Lou Seriol + Lhì Balos

Ingresso Libero

 

Serata Occit’Amo

Sabato 15 giugno 2019 – Vernante, Val Vermenagna – Festa TROLL

Lou Tapage + Sonadors

Ingresso libero

A seguire i SONADORS

 

 Il Festival

 

Giovedì 4 luglio 2019 – ore 21.00 – Giardini Scuola APM, Saluzzo

MaConGranPenaLeReCaGiù – Il Melarancio

Ingresso gratuito

 

5/7 luglio 2019 – Embrun

Festival Trad In

 

SALUZZO

Lunedì 8 luglio 2019 – ore 21.30 – Cortile ex Caserma Musso – Saluzzo

Carmen Consoli in concerto

Ingresso unico € 22

 

Valle Po / Infernotto

Sabato 13 luglio 2019 – Ostana – Ore 17.30

LA FABBRICA DEI SUONI – Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto ai bambini tra 5 e 13 anni

Sabato 13 luglio 2019 – Ostana – Ore 21.30

L’AS PAGAT LOU CAPEU

Domenica 14 luglio 2019 – ore 7.30 – Pian Munè – Rifugio in quota

Matinè di Occit’amo – SIMONETTA BAUDINO

Apertura seggiovia dalle ore 6.45

Salita € 6 – Salita + discesa € 10

Domenica 14 luglio 2019 – ore 15.00 – Montoso

LUCA MORINO & MANO MANITA

 

PIANURA

Giovedì 18 luglio 2019 – ore 21 – Borgo Maria Ausiliatrice, Saluzzo

BALLO AFRO-OCCITANO – Sergio Berardo, giovani suonatori delle valli occitane, e i tamburi di King Kev Adams e Iassana Diallo

Venerdì 19 luglio 2019 – ore 16 – Carcere Morandi, Saluzzo

GRAN BAL DUB

Sabato 20 luglio 2019 – ore 17.30 – Verzuolo – Palazzo Drago

LA FABBRICA DEI SUONI – Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto al pubblico adulto

Domenica 21 luglio 2019 – ore 21.30 – Moretta

TERES AOUTES STRING BAND

 

VALLE VARAITA

Giovedì 25 luglio 2019 – ore 21.00 – Busca

CINECAMPER di Nuovi Mondi Festival

Venerdì 26 luglio 2019 – dalle ore 17.30

Fabbrica dei Suoni – Sergio Berardo propone una lezione/incontro intorno agli strumenti e alla musica occitana

Venerdì 26 luglio 2019 – ore 21.30 – Venasca – Agorà Fabbrica dei Suoni

LA QUIMERA

 

# un salto in VALLE PO #

Sabato 27 luglio 2019 – ore 6.30 – MONVISO – Rifugio Quintino Sella – Crissolo

Matinè di Occit’amo

SONAIRES DELLA VAL GRANA – Salita in Rifugio: Venerdì 26 luglio 2019, Rifugio Quintino Sella al Monviso.

Ore 18.00: aperitivo letterario con vini di produzione locale.

Ore 19.00: cena con prodotti tipici

Sabato 27 luglio 2019 – ore 16.00 – Manta – Campo Sportivo

PRIMO TROFEO OCCIT’AMO – il Rugby a 11 del Campionato Provenzale

Sabato 27 luglio 2019 – ore 19.30 – Melle

Terzo Tempo – la cena alla bottega di Valle degli Antagonisti

(birre artigianali e prodotti delle Terre del Monviso)

Sabato 27 luglio 2019 – ore 21.30 – Melle

NUX VOMICA

Domenica 28 luglio 2019 – ore 18.00 – Busca – Valmala, Area Santuario

EMANUELE NICO BERARDI

 

LAGNASCO

Venerdì 2 agosto 2019 – ore 21.30 – Castello di Lagnasco

Borgate dal Vivo presenta Incontro con Hervè Barmasse

A seguire Concerto e balli AIRÌS

Ingresso € 5

 

VALLE MAIRA

Sabato 3 agosto 2019 – ore 17.30 – San Damiano Macra

LA FABBRICA DEI SUONI – Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto ai bambini dai 5 ai 13 anni

Sabato 3 agosto 2019 – ore 22.00 – San Damiano Macra

LOU SERIOL

Domenica 4 agosto 2019 – ore 16.00 – Canosio

JEAN PAUL FARAUT TRIO

Domenica 4 agosto 2019 – ore 21.0 – Canosio

CINECAMPER di Nuovi Mondi Festival

 

VALLE STURA

Sabato 10 agosto 2019 – ore 17.30 – Argentera

LA FABBRICA DEI SUONI – Laboratorio didattico intorno alla musica rivolto al pubblico adulto

Sabato 10 agosto 2019 – ore 21.30 – Argentera

BAKLAVA KLEZMER SOUL

 Domenica 11 agosto 2019 – ore 15.00 – Borgata Ferriere – Argentera

CORIANDRE

 

VALLE GRANA

Lunedì 12 agosto 2018 – dalle ore 7.30 – Rifugio Fauniera – itinerario ad anello

Per i matinè di Occit’amo

LHI DESTARTAVELA

13 e 14 agosto – Ex Centrale Gallina

STAGE – A cura di Sergio Berardo

Martedì 13 agosto – ore 21.30 – Montemale

ROBY AVENA GROP

Mercoledì 14 agosto 2019 – ore 21.30 – Pradleves – Madonna degli Angeli

MAXENCE CAMELIN + BATACLAN

Giovedì 15 agosto – Dalle ore 9.30 – Ferragosto Occitano

ore 16.00 – Castelmagno

LOU DALFIN – con la partecipazione di Gruppo Spontaneo Trallallero

Svuota la cantina invade l’alto centro storico-RINVIATO A DOMENICA 16 GIUGNO PER MALTEMPO

Previsto per Domenica 19 maggio 2019, a causa delle avverse previsioni meteo e dell’abbassamento delle temperature, lo Svuota la Cantina viene rinviato a DOMENICA 16 GIUGNO

Centro Storico, Saluzzo

SVUOTA LA CANTINA
Alto Centro Storico Cittadino – Salita al Castello, Piazzetta San Giovanni, Via San Giovanni, Via Santa Chiara, Giardino del Convento di Santa Chiara

Saluzzo con Start/storia e arte Saluzzo è riuscita a incuriosire e accogliere, in tre weekend, circa 14.000 visitatori. Ora, nel fine settimana dedicato all’Antiquariato, tutto l’alto centro storico si anima, piccoli e grandi mettono in vendita pezzi pregiati o ricordi rimasti in un cassetto, portando un MercAntico tutto da scoprire.
Lo Svuota la cantina è, nell’ordine, un invito a: condividere una giornata, vivere la Città alta come se fosse un antico mercato dove passeggiare e incontrare persone, liberarsi di tutto ciò che è vecchio e inutilizzato e che si accumula nelle nostre case. Le strade si fanno luogo per ospitare un banchetto o un tavolino e magicamente, grandi e piccoli, si diventa commercianti per un giorno. In maggio, una domenica per portare in strada il vecchio, ma anche per trovare qualcosa di usato e utile a prezzi piccoli o anche solo con uno scambio.
Per Svuota la cantina 2019 la Fondazione Amleto Bertoni propone, nel giardino del Convento di Santa Chiara – oltre agli espositori, una bella collaborazione con lo CSEA, Consorzio Servizi Ecologia ed Ambiente, di Saluzzo sul progetto In.Te.Se in merito alla settimana del riuso. Infatti, nelle giornate del 7, 9, 14 e 16 maggio dalle 17 alle 19 sotto la tettoia di Piazza Cavour, viene allestito un punto di raccolta di oggetti destinati al riuso: a tutti coloro che portano del materiale viene consegnato un ticket che, proprio domenica 19 allo Svuota la cantina, potrà essere utilizzato per lo scambio.
Trucca-bimbi e animazione accoglieranno famiglie e visitatori che vorranno trascorrere la domenica in città. E per un caffè o una merenda golosa il Tastè Bistrot vi aspetta! L’invito allora è quello di svuotate le cantine, ma anche i solai e i garage, per domenica 19 maggio
e vivere Saluzzo! Per partecipare come espositore www.fondazionebertoni.it

MercAntico Saluzzo 2019
Domenica 2 giugno – Centro cittadino
Domenica 6 ottobre – Centro cittadino
Domenica 10 novembre – Centro cittadino

MERCATINO DI S. ANDREA: domenica 24 novembre 2019 – Via Savigliano
Per iscrizione e abbonamenti _ mercoledì e venerdì 9.30 – 12.30 / 14.00 – 15.30

Fondazione Amleto Bertoni (Cell. 3469499587)
www.fondazionebertoni.it – segreteria@fondazionebertoni.it

Effetto Notte all’insegna del circo

EFFETTO NOTTE … circense!

Sabato 1° giugno 2019 – dalle ore 19

Effetto Notte, sabato 1° giugno, quest’anno si colora di acrobazie, ingegno e magia.

Si scende nelle strade e nelle piazze del centro cittadino per la prima notte bianca “classica” del calendario provinciale. Sempre attesa e molto partecipata dai giovani ma anche dalle famiglie, grazie alla varietà dei punti spettacolo proposti e ai Musei che rimangono aperti in orario serale, fino alle 24, EFFETTO NOTTE quest’anno vuole davvero incantare il suo pubblico.
Per variare un poco il menù, infatti, il comune di Saluzzo e la Fondazione Amleto Bertoni hanno voluto invitare un ospite di caratura internazionale, Cirko Vertigo, per offrire un Kabaret lungo una notte. Spettacoli a terra, roue Cyr, acrobatica, mano a mano, giocoleria estrema, scala di equilibrio, contorsionismo, verticalismo, e un gran finale dedicato alle discipline aeree … per portare davvero l’incanto!

KABARET VERTIGO è spettacolo, poesia, arte, creatività. Un cabaret circense e popolare, innovativo, eclettico, che miscela sapientemente l’energia e l’esuberanza di giovani artisti con la scrittura, la creatività e la direzione di esperti professionisti dell’Arte scenica nazionale ed internazionale.

Kabaret Vertigo è anche l’ironia, il fascino, lo stupore dell’artista che non smette di meravigliarsi e di meravigliare un pubblico senza età e alla ricerca di novità ed entusiasmo. Bambini come adulti non cessano di fantasticare e viaggiare verso mondi lontani ammirando incredibili giocolieri, le clave o i “corpi leggeri” che non temono di smentire le leggi della gravità.
Un circo che a terra trova ossigeno per riuscire a far volare il suo pubblico, che sa portarlo oltre la quotidianità per offrire poesia. Poesia di arti che sanno sapientemente unire stupore e sorriso, elementi necessari per essere felici.
Circo e intrattenimento s’intrecciano così sul filo di una comicità eccentrica, di uno humour che sfiora l’assurdo in cui viene meno il confine tra artista e spettatore, tra finzione, magia e realtà. Kabaret Vertigo è perciò uno spettacolo per ogni tipo di pubblico che offre una carrellata di tecniche e discipline del grande circo, dalla giocoleria alla contorsione, dall’equilibrismo all’acrobatica.

 

Saranno 3 gli spettacoli in 3 zone diverse della città.
Uno alle 20.30 e uno alla 21.30 in Piazza Risorgimento e al fondo di Corso Italia, per concludere con la grande esibizione delle 22.30 in aerea in Piazza Vineis.

Torna il Ludobus Proposta 80 in Piazza Risorgimento con i giochi in legno, animazione e laboratori per bambini di ogni età.

Effetto notte è un evento pensato per tutti giovani e famiglie che partirà dalle ore 19 con punti gastronomici curati dai locali aderenti del centro.  Una serata che da sempre muove migliaia di persone verso la nostra città e che fin dalle prime edizioni ha un occhio attento alla sicurezza del pubblico.

Confermata la navetta gratuita con partenze alle 19.30 da Paesana e da Sampeyre. Il ritorno da Saluzzo alle 01.00 è previsto con partenza dalla stazione BUS COMPANY.

Per un’accoglienza migliore, previsto nuovamente il Servizio Navetta Minibus che collegherà la città “bassa” a quella “alta”, dal Duomo alla Castiglia ogni 30 minuti. Partenza da Piazza Garibaldi (negozio Balsamo), arrivo in Piazza Castello ingresso Castiglia.

Saluzzo torna ad animarsi, ad accendersi e ad essere polo di attrazione per tutti i paesi vicini e per le nostre vallate e si conferma punto nevralgico per il territorio di TERRES MONVISO.

E al mattino della domenica, tutti in strada! Non ci sarà quasi il tempo di chiudere la notte che subito domenica 2 giugno, le strade, prontamente sgombere e pulite ospiteranno il MercAntico. Il mercatino d’estate è sempre molto atteso e partecipato dagli espositori e dal pubblico. Torneranno ad essere occasioni d’affari mobili, vinili, oggetti antichi, vecchi giocattoli, libri e stampe, ma anche gioielli e ceramiche. Un intero fine settimana da vivere e gustare.

Un ringraziamento particolare va ai locali aderenti, senza i quali la serata non potrebbe avere luogo.
Baladin Cafè, Caffè Dublino, Met ristorante gastronomia, il Baricentro, Corona Grossa, Turn Over, Pizzeria ristorante Ca ‘Noa, Mitta Pub, Manhattan Bar, Birreria Montmartre, Caffè del Duomo, Caffè Principe, Bar Pasticceria Beppe, Pizzeria Piedigrotta, Bar Mixology

 

ECCO I PUNTI SPETTACOLO

Via Spielberg/Met Ristorante Gastronomia: apericena, cena e musica UNO DI NOTTE con LE METEORE
Piazza Risorgimento Rialzo IAT: Ludobus Proposta 80
Piazza Risorgimento presso Rialzo IAT: spettacolo circense CIRKO VERTIGO
Piazza Risorgimento: Dave Greco e Andrea Trapanotto musica live
Via Martiri/Caffè del Duomo: cena e Dj Michele anni 70/80/90
Via Deodata/Baricentro: cena e musica dal vivo
Via Gualtieri/Mitta Pub: MITTA AL CUBO, musica dal vivo
Rialzo Piazza Garibaldi/Turn Over: apericena, cena e Dj set
Corso Italia/Bar Beppe: apericena, cena
Corso Italia: Maurizio Tomatis, cover
Corso Italia/Bar Mixology: apericena, cena
Corso Italia: Dj Felix
Corso Italia/Bar Corona Grossa: apericena
Corso Italia: la Scacchiera Gigante del circolo scacchistico Torri d’Acaja
Via Vacca/Baladin Cafè: cena
Piazza Vineis: spettacolo circense CIRKO VERTIGO
Piazza Cavour/Caffè Principe: cena, apericena, Dj set
Piazza Cavour/Piedigrotta: cena
Corso Italia/Caffè Dublino: cena, apericena
Via Palazzo di Città: Just in Trio (Swing/Pop Chic), DJ Cribe, DJ Jacky, Mostre artistiche e Live painting
Via Palazzo di Città/Manhattan: cena, apericena
Via Palazzo di Città/Montmartre: cena, apericena
Via Palazzo di Città/On the Corner: musica
Corso Piemonte/Ca ‘Noa: cena
Corso Piemonte/angolo Via Torino: spettacolo circense CIRKO VERTIGO
Corso Piemonte/angolo Corso Piemonte: Chiara Rosso Vocal LAB con APM
 

Alto centro storico
Via Salita al Castello/Tastè: gli aperitivi di Tastè/ intrattenimento musicale con l’arpista Irene Munari Organizzato con il supporto di Museo dell’Arpa Victor Salvi
Casa Cavassa: Enrico Pignatta concerto di chitarra con la Scuola SUZUKI

 

Il calendario completo degli appuntamenti della rassegna Saluzzo Estate è scaricabile dal sito www.fondazionebertoni.it
Info: Fondazione Amleto Bertoni – Città di Saluzzo – Tel. 0175 43527 – 346 9499587
www.fondazionebertoni.it;info@fondazionebertoni.it

Notte Rosa

NOTTE ROSA

…aspettando il Giro d’Italia

Mercoledì 22 maggio 2019 – dalle ore 19

 La Notte Rosa colora la città e apre il ricco calendario di Saluzzo Estate

Mercoledì 22 maggio tutti invitati a trascorrere una serata di festa in attesa del passaggio della 12a tappa del Giro d’Italia e del nuovissimo Giro-E, dedicato alle bici elettriche.

Dalle 19 alle 23 Saluzzo sarà vestita a festa con animazione e spettacoli: in Piazza Vineis ci saranno le biciclette “pazze” di Mago Pongo, mente il grande “Bingo Motor Show” sarà presentato Via Ludovico/rialzo Piazza Garibaldi.

Grandi e piccoli potranno poi cimentarsi alla guida del monociclo con i Fuma che ‘nduma, che davanti al Duomo e per le vie del centro faranno provare a tutti questo bizzarro mezzo. E poi ancora “D5 PANTANI”, un emozionante spettacolo dedicato ad un grande campione. Lo spettacolo racconta la vicenda umana e sportiva di Marco Pantani, partendo dalla squalifica del ciclista alla penultima tappa del Giro d’Italia 1999 a Madonna di Campiglio. Sul fatto i media non hanno dubbi: accostano subito a Marco l’ombra del doping, un’ombra che lo perseguita e che lo trascina nel buio. Questo il “la” per ripercorrere la storia dell’uomo Marco e del campione Pantani, fino all’ultimo capitolo: l’arrivo nella stanza D5 dell’hotel Le Rose di Rimini, dove il ciclista si chiude in una solitudine silenziosa fino alla morte. Un vero e proprio giallo, una messinscena costruita maniacalmente a cui ancora oggi non viene attribuito un regista. Ad affiancare Pantani in scena c’è un giornalista sportivo alle prese con la stesura di un libro che ripercorra le tappe della vicenda di Marco, dell’uomo e del campione. Il giornalista si lascia ispirare e guidare nella scrittura dallo stesso Pantani che, ormai talmente presente e strutturato nel suo immaginario, sembra materializzarsi e diventare interlocutore diretto.

In Via Silvio Pellico sarà allestito il Villaggio del Giro: qui le Terre del Monviso si racconteranno insieme ad alcuni partner della manifestazione e Cicli Mattio proporrà giri in sella alle loro biciclette per le vie della città alta. Il mattino seguente il villaggio ospiterà un laboratorio sul riuso per i bambini, che potranno così seguire da molto vicino la corsa ed essere protagonisti della mattinata.

La notte Rosa vuole essere un evento pensato proprio per tutti che partirà alle ore 19 con punti gastronomici curati dai locali aderenti del centro.

Ecco le proposte pensate “ad hoc” per la Notte Rosa

 

Dalle ore 19.00/19.30

Mago Pongo e le sue fantastiche bibiclette … tutte da provare!

Trampoliere. Personaggi interpretati. Mago Pongo. Lupetto sgambetto. Strumenti… del mestiere. Palloncini. Monociclo. Biciclette. . . non convenzionali. Trampoli.

 Fuma che ‘nduma Prove di Monociclo – Itinerante

Ore 20.30 – Fronte Sagrato del Duomo

Bingo_ direttamente da un gioco basato sulla fortuna, perché un pizzico di fortuna serve sempre

Artista di strada, di circo e di palco, dal 1999 porta i suoi spettacoli in giro per il mondo tra festival, teatri, piazze, feste di paese, feste comandate e non, piccoli e grandi eventi. Ma Bingo è anche un istruttore: tiene laboratori e corsi di circo per le scuole di ogni ordine e grado e da quattro anni è nello staff della storica scuola di circo TeatrAzionE, ha fondato la scuola di circo “Apriti Circo” di Alba (CN), è creatore, ideatore e direttore artistico del minifestival “Parkeggiamo” e del cabaret itinerante “Cabaret della Befana”.

Da sempre il suo principale amore è l’improvvisazione, il contatto e la gestione del pubblico, la comicità fisica e di parola si fonde con la tecnica circense (sue specialità sono la giocoleria con il diablo e le invenzioni clownesche). È mago, equilibrista, contorsionista e fachiro comico e ha iniziato ad esibirsi come scultore di palloncini (manualità, fantasia e originalità prima di tutto!).

Ha già scritto tre libri e una favola!

Ore 21.30 _ “D5 PANTANI” (Ala di Ferro)

Ma non solo. Numerosi i punti spettacolo in città con musica, cene e apericena. Ecco il dettaglio.

  1. Via Spielberg/Met Ristorante Gastronomia: apericena, cena, musica
  2. Via Deodata/Baricentro: cena e musica
  3. Piazza Garibaldi/Turn Over: apericena, cena e Dj set
  4. Via Ludovico: BINGO MOTOR SHOW, il più grande spettacolo su due ruote
  5. Corso Italia/Bar Beppe: apericena, cena
  6. Corso Italia: ENSOR LIED, band brit-pop
  7. Corso Italia/Bar Corona Grossa: apericena
  8. Via Gualtieri/Mitta Pub: CU/FUMA Band, musica rock
  9. Via Vacca/Baladin Cafè: cena >>
  10. Corso Italia/Caffè Dublino: apericena, cena, Dj set
  11. Piazza Vineis: il MAGO PONGO e le sue Crazy Bike
  12. Via Silvio Pellico: Villaggio
  13. Via Silvio Pellico: DAVE GRECO, inediti e cover brit
  14. Piazza Cavour/Caffè Principe: apericena, cena e Dj set
  15. Piazza Cavour, Ala di Ferro: spettacolo D5 PANTANI
  16. Corso Piemonte: KEEP CALM AND JAZZ IT musica dal vivo
  17. Corso Piemonte/Ca ‘Noa: cena
  18. Via Palazzo di Città/Manhattan: apericena, cena, musica
  19. Via Palazzo di Città/Montmartre: apericena, cena, musica
  20. Via Palazzo di Città/On the Corner: musica
  21. Via Palazzo di Città: ARANZULLA SOUND, rock band e DJ ARIELE GIORDANINO
  22. Via Palazzo di Città: MOSTRA a cura di FILOMENA VENANZIO “LE DONNE” – ESIBIZIONI a cura della Palestra Kinesis
  23. Itinerante: dalle ore 19 FUMA CHE ‘NDUMA con monocili e prove sul campo

Una notte magica di spettacoli e di festa per aspettare il Giro d’Italia e l’onda di energia che porta con sé!

 

 

 

Giro E sulle strade delle Terre del Monviso

Le strade delle TERRE DEL MONVISO Ospitano GIRO D’ITALIA e GIRO E 2019

Sulle strade della Corsa Rosa quest’anno arriva una nuova iniziativa, che guarda al futuro della bicicletta, e che non poteva non passare dalle Terre del Monviso. Con bici elettriche dal 12 maggio all’1 giugno, 10 squadre gareggeranno con 6 atleti ognuna. 18 tappe sullo stesso percorso del Giro d’Italia con percorsi dedicati, affascinanti e di grande bellezza.
Le Terre del Monviso ospitano in questo contesto la Tappa 10 del Giro E, partenza da Saluzzo con arrivo a Pinerolo, passando da Paesana e Montoso. La Città saprà ospitare, come suo solito, la carovana con un bellissimo evento, una NOTTE ROSA per attendere atleti e il passaggio della corsa ciclistica più amata. Il Giro E powered by Enel X è una E-Bike Giro Experience di tipo amatoriale riservata ad oggi a 10 team che, dotati di bici elettriche, si sottoporranno a prove di regolarità svolte su una parte del percorso delle 18 tappe del Giro d’Italia 2019, escluse le tre cronometro. L’evento si disputa in Italia, nelle stesse giornate e sulle stesse strade in cui si disputa la corsa Rosa. Le Terre del Monviso avranno anche due testimonial che si cimenteranno sul percorso, due fra i nostri migliori atleti dello sci: Stefania Belmondo e Paolo De
Chiesa. VeloViso il team che li ospiterà, una squadra che da anni si impegna per promuovere il cicloturismo nelle vallate come nella pianura del saluzzese, una squadra composta da persone che, con passione e attenzione, promuovono un turismo che possa trovare, nelle attività e sulle strade delle Terre del Monviso, il luogo giusto dove fare le proprie pedalate.

Info tappa – partenza ore 8.55 da Saluzzo
Partenza Piazza Vineis – via Silvio Pellico ospiterà il Giro E Village + partner Terres Monviso

E a poche ore di distanza ecco la grande carovana del Giro d’Italia pedalare per le strade del centro di Saluzzo, percorrendo corso Italia e involandosi verso il re di Pietra, con arrivo a Pinerolo.

Tappa 12_Tappa mossa, ma complessivamente abbastanza dura. Dopo un avvicinamento di circa 90 km che porta ad un primo passaggio in città e conseguentemente a un primo passaggio del Muro di via Principi di Acaja, la corsa dovrà affrontare la salita di Montoso, il primo GPM di 1a categoria del Giro 2019. Si tratta di una salita inedita di 8.9 km al 9.4% (con oltre 6 km sopra il 10% e punte massime del 14%). Da lì discesa veloce su e ultimi 16 km fino a Pinerolo. Ultimi km Ai 2500m dall’arrivo si svolta a sinistra (curva stretta a chiudere) e si sale per via
Principi d’Acaja (450 m al 14% con punte del 20%, su pavé e carreggiata stretta). Segue una discesa ripida e molto impegnativa fino all’abitato di Pinerolo. Ultimi 1500 m piatti con alcune curve e un breve tratto in lastricato. L’arrivo è posto al termine di un rettilineo largo 8 m e lungo 350 m su fondo asfaltato.

START/Il tempo del sole a Saluzzo

Nel Comune di Saluzzo sono stati censiti 108 quadranti formanti un totale di 89 complessi gnomonici. Dei 108 quadranti censiti si tenga conto che 9, sono opere puramente decorative nate nel corso degli ultimi quindici anni. Si tratta di fatto di decorazioni che non hanno nulla di gnomonico se non la rappresentazione pittorica che simula un orologio solare.
Tra le opere di maggior interesse e su cui si dovrà prestare la più alta opera di recupero e sorveglianza, citiamo: il quadrante solare marmoreo, di tipo orizzontale, risalente al 1597 e conservato presso il Museo civico di “Casa Cavassa” è opera degna di attenzione per la sua rarità perché sul territorio della provincia di Cuneo non esistono altri reperti simili per epoca e qualità strumentale.
Nel chiostro del complesso monumentale di San Giovanni esiste un quadrante pittorico unico nel suo genere in Italia ma probabilmente al mondo, riportante, in abbinamento allo strumento, i venti dominanti sull’Antico Palazzo Comunale due strumenti notevoli: il grande quadrante ad ore Italiche alla mezzora e il sovrastante quadrante ad ore francesi con definizione ai cinque minuti. Un impianto che nella sua unicità diventerebbe, come per quelli appena descritti elemento di attrazione culturale non indifferente ma su cui si dovrà fare una coraggiosa operazione di recupero per rimediare ad interventi che ne hanno minato la conservazione.

 

PROGRAMMA del convegno

ANTICO PALAZZO COMUNALE – Salita la Castello 26 – SALUZZO
ore 14:00 iscrizione partecipanti
ore 14:30 inizio

saluti istituzionali
relazioni
ore 16:00 inizio visita guidata
ore 18:00 fine dei lavori

 

IL CENSIMENTO E LA RIVALUTAZIONE DEL PATRIMONIO GNOMONICO DEL COMUNE
Il piano di rivalutazione del patrimonio gnomonico del comune di Saluzzo vuole essere uno strumento anzitutto di tutela di opere che solitamente non sono considerate con la giusta attenzione ma che fanno parte di un bagaglio storico artistico ma soprattutto scientifico che ci invidia tutto il mondo. Il presente lavoro, abbinato al progetto “Saluzzo città storica e di paesaggio” pone le basi per la corretta tutela e conservazione di questi beni culturali e diventa strumento urbanistico a tutti gli effetti.
Quest’opera è strutturata essenzialmente in 2 parti: Elementi Generali di Gnomonica e Il patrimonio gnomonico del Comune.
La prima parte contiene alcune note di base sulla gnomonica, sulla sua storia e sui termini tecnici, ed è quanto può essere utile a coloro che si troveranno a dover lavorare secondo questo piano e per cui avranno bisogno di nozioni basilari per poter comprendere termini tecnici fondamentali.
La seconda parte è strettamente legata al territorio preso in esame, al censimento ed all’analisi del patrimonio gnomonico rilevato; comprende schede descrittive di ogni quadrante solare rilevato, una serie di tabelle analitiche relative al patrimonio, alcune note di chiusura, generali, relative alla tutela, alla promozione ed alla fruizione della “risorsa gnomonica”.
Ogni opera rilevata fotograficamente è stata schedata e referenziata, quindi analizzata dal punto di vista tecnico e storico artistico.
Da questa prima lettura sono emerse particolarità che rendono questo patrimonio ancora più prezioso (si rimanda alle singole schede l’approfondimento) rispetto ad esempio ad analoghi progetti eseguiti negli anni in altri comuni.
Grazie agli approfondimenti ed alle analisi comparative tra i diversi elementi che compongono il piano si è ottenuta una possibile classifica che permetterà all’amministrazione comunale di tutelare correttamente questi beni e volendo pianificarne un recupero puntuale e corretto. La conservazione del patrimonio deve necessariamente passare attraverso l’applicazione della legge regionale oltre che delle leggi di tutela in materia di beni culturali ma soprattutto deve passare dall’applicazione di norme di attuazione del piano regolatore che vincolino attentamente questi beni. Perdendo il patrimonio non si perde solo un bene prezioso ma parte della cultura di un popolo.
Non si sottovalutino queste righe, perché se a Saluzzo dal 1996 ad oggi sono stati distrutti o coperti dalle tinteggiature almeno 5 quadranti nel solo concentrico, senza contare il fatto che nelle cascine storiche, ove la diffusione dei quadranti solari era praticamente capillare, le trasformazioni, le tinteggiature o gli interventi di rifacimento degli intonaci hanno distrutto almeno il 70% del patrimonio storico, ogni giorno si contano demolizioni di opere d’arte, quindi non solo di quadranti solari, perché mancano adeguati strumenti di tutela e manca preparazione culturale da parte di chi possiede i beni o di chi opera su questi.

Nel settembre del 2001 è stato pubblicato per conto dell’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) il primo Catalogo dei Quadranti Solari Italiani, intitolato “Le meridiane dei Comuni d’Italia”. I dati aggiornati in internet (http://quadrantisolari.uai.it) al 21-12-2012 rivelano una circostanza davvero sorprendente:
quadranti censiti in Italia: 16.021 unità
quadranti censiti in Piemonte: 5.276 unità pari al 33% del patrimonio gnomonico nazionale
quadranti censiti in Provincia di Cuneo: 1776 unità

In realtà ve ne sono molti altri oltre a questi ufficialmente catalogati, l’archivio di SOLARIA OPERE registra oltre 2300 segnalazioni per la prov. di Cuneo e si stima che, nonostante il diffuso degrado ed i sistematici smantellamenti perpetrati ancora in questi anni, il numero effettivo degli impianti possa ancora ampiamente superare le 3000 unità. Per questo motivo è anche necessario procedere a catalogazioni sistematiche come la presente, così da evitare una catalogazione di matrice hobbystica, facendole diventare strumento professionale di tutela.

 

 

FABIO GARNERO
nasce a Saluzzo (CN) nel 1969 dove vive e ha la sua base lavorativa come artigiano specializzato nel settore della gnomonica e della decorazione di pregio, è restauratore riconosciuto dal Mibact.
Nel 1988 si diploma presso l’Istituto Tecnico per Geometri “M. Eula” di Savigliano, quindi si iscrive alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, dove consegue la Laurea con indirizzo in Tutela e Recupero del Patrimonio Storico-Architettonico. Dal 1994 si occupa di catalogazione di quadranti solari e meridiane divenendo prima Coordinatore Provinciale del Censimento Nazionale U.A.I. e poi, fino al 2014 membro del Comitato Direttivo del Coordinamento Gnomonico Italiano. Nel novembre del 1998 pubblica, per i tipi della stamperia Basegrafica-uno di Cuneo, il volume “LE SOGLIE DELL’ARTE – Porte e portoni di Saluzzo”. Quest’opera, iniziata con la collaborazione del padre, Garnero Francesco (scultore e antiquario scomparso nel 1996), e di Lara Agarla (studentessa di Architettura), ricompone un repertorio di oltre 200 porte antiche del centro storico di Saluzzo, realizzate tra il XVI sec. e l’inizio del XX sec., una antologia fotografica in cui ogni immagine è corredata da una scheda descrittiva degli aspetti tecnici, stilistici e storici. Lo studio è integrato da una serie di interessanti capitoli, tra cui un panorama delle tipologie stilistiche, una ricerca sulla ferramenta da porta e la ricostruzione del catasto della città del 1772.
Nel 1999, crea la ditta “SOLARIA snc” che dall’ottobre del 2005 si trasforma in “SOLARIA OPERE s.a.s di Fabio Garnero & C.”, ditta  altamente specializzata nel restauro e nella fornitura di opere e di servizi gnomonici rigorosamente qualitativi e nella produzione e nel restauro di decorazioni e pitture murali. Nel 2006 pubblica con Elena Correggia e per i tipi de L’ARTISTICA EDIZIONI il volume “LE PAROLE DEL TEMPO”. Nel 2008 viene chiamato a partecipare ai lavori di stesura della Legge Regionale 239 per la “Tutela e valorizzazione dei quadranti solari” della Regione Piemonte. Nel 2010, in collaborazione con Fabio Savian, crea il “Sundial Atlas” primo atlante mondiale dei quadranti solari su piattaforma web.
Maggio 2018 lancia sul mercato “L’Orologiotto”, un orologio solare portatile in Kit di assemblaggio. La sua attività di creazione esclusiva e di restauro di quadranti solari lo porta ad occuparsi nella sua carriera di oltre 220 opere. Collabora attivamente con i docenti del Politecnico di Torino, prof. Mauro Luca De Bernardi e prof. Marco Roggero, nello studio e divulgazione della gnomonica con particolare attenzione alle Meridiane a Camera Oscura.