[av_textblock size=” font_color=” color=” av-medium-font-size=” av-small-font-size=” av-mini-font-size=” admin_preview_bg=”]

43° Mostra Nazionale Antiquariato di Saluzzo

Dal 15 al 24 maggio 2020

La Castiglia, Salita al Castello, Saluzzo

Inaugurazione – giovedì 14 maggio, ore 18.00

Nelle sale della Castiglia sarà presentata la mostra collaterale

Le 100 Maddalene

dalla collezione del Dott. Rubiola

Un viaggio tra le scuole della tradizione italiana tra ‘400 e ‘700

Curatore: Franco Brancaccio

La Mostra Nazionale dell’Antiquariato di Saluzzo ritorna in maggio nell’affascinante Castiglia (Castello dei Marchesi), che tanta ammirazione ha suscitato nell’edizione 2019, e si propone di essere uno dei luoghi dell’Antiquariato italiano.

Per la nuova edizione tante conferme e alcune novità:

  • Rue des restauratour / Salita al Castello – da un’idea nata in collaborazione con la Scuola del Restauro di Venaria Reale. La Città di Saluzzo offre alcuni spazi oggi chiusi ma dal forte significato storico, agli studenti restauratori affinchè possano insediarsi con delle “botteghe” nelle giornate dell’Antiquariato

  • Sarà presentata al piano terra del Museo della Castiglia una mostra collaterale che vuole portare il pubblico in tour attraverso l’iItalia e le sue scuole pittoriche regionali. Le 100 Maddalene (dalla collezione del Dott. Rubiola) sarà un viaggio nella tradizione italiana tra ‘400 e ‘700

Qualità senza tempo, per una Saluzzo che sa riconfermarsi Capitale dell’Arte di ogni tempo. La Mostra Nazionale dell’Antiquariato è un contenitore di eleganza in grado di essere riconosciuto a livello italiano e affascinare il pubblico d’Oltralpe che tanto guarda all’antico Marchesato. Il gusto e la definizione di “bellezza” cambiano negli anni, ma Saluzzo resta una nicchia dove la tradizione ha radici che affondano nel secolo scorso e l’attenzione all’arte antica non è mai venuta meno. Un evento nel passato visitato da Ministri e Capi di Stato, o ancora da storici dell’Arte quali il Prof. Vittorio Sgarbi, Nicosetta Roio, Alberto Cottino, Arabella Cifani, Emilio Negro.

Qual è la ricetta, per una mostra di Antiquariato, per guardare al futuro? I giovani e l’arte del “saper fare”. Ecco perché Start, in collaborazione con la Venaria, ha deciso di invitare a Saluzzo dei giovani studenti e di farli dialogare con degli spazi, delle botteghe, al fine di creare interesse verso una strada medievale che sarà raccordo tra i Musei cittadini, la storia e il presente, l’arte moderna e quella antica.

La Mostra

È Franco Brancaccio, per il secondo anno consecutivo, il professionista che avrà il compito di dare contenuto a una mostra che si prefigge il traguardo di raccontare e proseguire il successo della storica manifestazione saluzzese.

La Fondazione Amleto Bertoni è l’ente organizzatore. A fare gli onori di casa, insieme al Comune di Saluzzo, sarà la Presidente Carlotta Giordano.

Franco Brancaccio, tel. 349 586.8524 antichitabrancaccio@gmail.com.

La storia della Castiglia

Da qualunque punto si arrivi in città, guardando verso la sommità della collina non si può fare a meno di subire il fascino del maestoso antico Castello dei Marchesi, che sovrasta il borgo medievale e si staglia dalla prestigiosa cornice del Monviso. Culmine della città vecchia sin dalla costruzione, la Castiglia rappresenta l’espressione più alta del ruolo di piccola ma insigne capitale, che Saluzzo ebbe a ricoprire per quattro secoli. 

La costruzione del Castello di Saluzzo, voluta dal marchese Tommaso I, è riconducibile al periodo tra il 1270 e il 1286 sulla base di precedenti fortificazioni. Il nome popolare “Castiglia” deriva probabilmente dal plurale latino “castella” (i castelli) e allude forse al complesso di edifici fortificati, attestato sin dal 1120. La collocazione alla sommità del borgo rispondeva alle esigenze residenziali della famiglia marchionale e garantiva un diretto controllo politico e militare sulla città. 

Originariamente la Castiglia si presentava come una rocca a pianta quadrangolare, circondata da una cortina di mura con quattro torri cilindriche sporgenti verso l’esterno. Successivi interventi ne mutarono completamente la struttura: il primo fu compiuto dal marchese Ludovico II (1475-1504), che volle trasformare la fortezza in dimora signorile sul modello delle altre corti italiane del Rinascimento, in occasione delle proprie nozze con Margherita di Foix (1492). A quest’epoca risale il massiccio torrione circolare, che reca alla sommità tondi decorati, in cui sono ancora visibili lo stemma di Saluzzo e l’effige di un’aquila imperiale. Gli affreschi interni monocromi (grisaille), completamente perduti, sono testimoniati dagli scritti dello storico locale Delfino Muletti (1831). 

Dal 2006 il complesso è stato oggetto di un lungo e attento restauro, per restituirlo alla fruizione pubblica: i suoi ampi locali ospitano l’archivio storico e spazi museali dedicati alla Civiltà Cavalleresca e alla Memoria Carceraria.

START/STORIA ARTE SALUZZO

La Mostra Nazionale dell’Antiquariato si inserisce all’interno di Start/Storia Arte Saluzzo, manifestazione giunta alla 4° edizione, un contenitore di storia e di storie, di arte e bellezza, di antiquariato ed eccellenze, di artigianato e di contaminazioni, tra tradizione e innovazione, in uno dei dieci borghi più belli d’Italia. Una Città che si fa museo diffuso, che propone opere di personaggi

locali che si intrecciano con artisti internazionali, in una continua esplorazione tra spazio pubblico e privato, dove poter respirare le storie degli artigiani del territorio, storie di esperti ebanisti e mastri, ma anche di giovani falegnami con approcci più sperimentali. E ancora spazi temporanei creati appositamente per eventi che mettono in relazione l’arte e l’architettura con un pubblico variegato, con i bambini delle scuole e le famiglie. Opere d’arte si intrecciano a oggetti d’antiquariato, alle antichità e al collezionismo, insieme a laboratori, incontri letterari, seminari e concerti.

Orari di apertura

Feriali – 15.00/20.00

Sabato e domenica – 10.00/20.00

Biglietti

Giornaliero: € 10,00

Ridotto Tessera Start: € 5,00

Ingresso gratuito: fino a 16 anni compiuti

Navetta gratuita con la tessera Start

sabato e domenica ore 11/19

Nei giorni feriali la Navetta Città bassa / Città alta – orari di linea

[/av_textblock]
from to
La Castiglia, Saluzzo Mappa
Caricando...